Menu di scelta rapida

Link alla versione stampabile della pagina corrente



16.1 Ridurre significativamente in ogni dove tutte le forme di violenza e i tassi di mortalità connessi

Le violenze, i maltrattamenti e gli abusi possono accadere in tutte le fasi della vita. Si tratta di atti commessi soprattutto nei confronti di persone più fragili, in particolare i bambini e gli adolescenti, le donne, le persone anziane o le persone affette da un disturbo psichico.

La violenza, i maltrattamenti e gli abusi condizionano la salute fisica e mentale di coloro che li subiscono e le vittime devono essere ascoltate e aiutate rapidamente, con un accompagnamento adeguato. Quanto agli autori delle violenze, in particolare genitori e adolescenti, è necessario mettere in atto misure di prevenzione e sostegno, dato che anch’essi hanno bisogno di aiuto per imparare a gestire diversamente la loro aggressività.
Esistono numerosi servizi, progetti e percorsi attivati dal Settore Socio Educativo, dal Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese e dall’Ufficio Pari Opportunità – spesso in sinergia – rivolti alle diverse problematiche: tutela dei minori, prevenzione del disagio adolescenziale e fenomeni come il bullismo, lotta alla violenza sulle donne… alcuni sono già stati trattati altrove in particolare nei SDG 5 e SDG 10.

Il Consorzio Socio Assistenziale - nell’area strategica "Minori e Famiglie" - gestisce vari servizi finalizzati al sostegno del minore e della famiglia nel suo percorso di vita, dalle attività di prevenzione del disagio adolescenziale, a tutti i servizi a sostegno alle responsabilità genitoriali e tutela dei minori, fino alle attività per il contrasto alla violenza di genere. Le attività ed i servizi attinenti a questo Target riguardano prevalentemente il Centro per le famiglie, l’attività di mediazione familiare, l'assistenza domiciliare a famiglie con minori, le adozioni, gli affidamenti familiari, il Servizio educativo territoriale minori, i Centri di aggregazione, l’attivazione di incontri protetti in luogo neutro, inserimenti di minori in comunità, inserimenti in comunità di mamma e bambino e azioni di tutela e interventi in ambito giudiziario.

Logo del programma P.I.P.P.I.

P.I.P.P.I. Programma di Intervento Per la Prevenzione dell'Istituzionalizzazione, progetto triennale dello C.S.A.C. volto a innovare le pratiche di intervento nei confronti delle famiglie e dei minori in situazione di vulnerabilità, riducendo il rischio di maltrattamento dei minori e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d'origine, con un approccio integrato fra tutela dei minori e sostegno alla genitorialità cosiddetta “negligente”.

ON THE ROAD: sulle rotte di famiglie e adolescenti, progetto triennale dello C.S.A.C., con Comune di Cuneo, 12 comuni del territorio e l’Unione Montana Valle Stura per lavorare insieme alle famiglie, agli adolescenti e preadolescenti e alla comunità in un’ottica di welfare generativo. Intento del progetto è promuovere lo stato di “agio” delle famiglie e degli adolescenti attraverso un intervento globale di prevenzione che operi sia sul rafforzamento dei fattori protettivi dell’ambito socio-relazionale, sia dell’empowerment individuale e di gruppo.

In merito al grave problema della violenza sulle donne sono operativi sul territorio provinciale:

la RETE ANTIVIOLENZA CUNEO, costituita nel 2008 e coordinata dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cuneo, è formata da servizi, enti, associazioni pubbliche e del privato sociale che, a vario titolo, intervengono nel territorio cittadino con azioni di contrasto alla violenza e all'abuso sulle donne.

CENTRO ANTIVIOLENZA - CAV
Il progetto, del quale il C.S.A.C. è Ente capofila, è promosso in collaborazione con alcuni partner pubblici e del privato sociale della provincia di Cuneo e con la Regione Piemonte. La finalità del Centro anti violenza è quella di prevenire e contrastare la violenza di genere attraverso la promozione di interventi di supporto, ascolto e sostegno psicologico, accoglienza residenziale, anche in situazione di emergenza, supporto legale, percorsi personalizzati di protezione, sostegno e accompagnamento al recupero dell’autonomia personale e sociale, attività finalizzate alla prevenzione ed all’emersione del fenomeno, formazione/aggiornamento delle operatrici, sperimentazione di interventi di presa in carico degli autori della violenza. A Cuneo fungono da sportelli del C.A.V., il Consorzio Socio Assistenziale, il Consultorio famigliare dell’ASL CN1, l’Associazione Telefono Donna e l’Associazione Mai + Sole.

Torna a inizio pagina


 

16.2 Eliminare l'abuso, lo sfruttamento, il traffico e tutte le forme di violenza e tortura contro i bambini

Il Target 16.2 non rientra direttamente nelle politiche di competenza dell’ente locale, per tuttavia i servizi rivolti a Minori e famiglie, il sostegno ed il monitoraggio che nell’ambito dei servizi socio assistenziali viene svolto dallo C.S.A.C. nei confronti di famiglie fragili o multiproblematiche può contribuire a far emergere e prevenire le più frequenti situazioni di abuso e sfruttamento contro i bambini. Esistono, però, diversi tipi di maltrattamento e abuso, in particolare: maltrattamento fisico, maltrattamento psichico e affettivo, abusi sessuali, negligenza volontaria o involontaria, molestie (comprese le molestie su internet e sui social media - cyberbullismo). Durante l’infanzia e l’adolescenza si può essere più facilmente soggetti ad abusi e violenze, in quanto ci si trova in una situazione di dipendenza dalle persone che detengono l’autorità (genitori, parenti, insegnanti, educatori, allenatori, religiosi ecc.). A partire dall’ingresso nella scuola è anche possibile che le aggressioni siano compiute da giovani più grandi o da coetanei. Anche atti di bullismo continuo sono da annoverare tra le forme di violenza che stanno diventando sempre più frequenti nelle nostre società ed interessano sempre più bambini e adolescenti. Si rimanda a progetti specifici descritti negli SDG 3, 4 e 10.

Torna a inizio pagina


 

16.3 Promuovere lo stato di diritto a livello nazionale e internazionale e garantire parità di accesso alla giustizia per tutti

Giornata europea della giustizia civile

XVI giornata europea della giustizia civile (2019): Il 25 ottobre presso il Cinema Monviso di Cuneo si è tenuta la XVI giornata europea della giustizia civile. Per questa occasione il Tribunale di Cuneo, assieme all’ordine degli avvocati di Cuneo, la Municipalità e l’Ufficio EDIC Cuneo, hanno organizzato una giornata formativa per le scuole superiori della Provincia. Sono intervenuti: l’Assessora alla Cultura, Università, Sport e Pari Opportunità Cristina Clerico, il Presidente del Tribunale di Cuneo Paolo Demarchi Albengo, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati Claudio Massa, il Presidente della sezione civile del Tribunale Alberto Tetamo, il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Maria Teresa Furci, il Dirigente Scolastico dell’Istituto Tecnico Commerciale F.A. Bonelli Paolo Romeo. Grazie a questo evento è stato possibile parlare di giustizia a livello europeo e di protezione giuridica.

Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza - 20 novembre: da anni l’Amministrazione Comunale in occasione di questa giornata organizza e promuove iniziative dedicate, in particolare attraverso il Servizio Asili nido.

Torna a inizio pagina


 

16.4 Entro il 2030, ridurre in modo significativo i flussi finanziari e di armi illeciti, rafforzare il recupero e la restituzione dei beni rubati e combattere tutte le forme di criminalità organizzata

Non sono state rilevate iniziative specifiche relative al Target 16.4

Torna a inizio pagina


 

16.5 Ridurre sostanzialmente la corruzione le sue forme

Logo ANAC

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza
Il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPCT) del Comune di Cuneo viene redatto in ossequio alle disposizioni impartite dalla Legge 190/2012 "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione" e nel rispetto delle indicazioni contenute nel Piano Nazionale Anticorruzione e rappresenta il documento che delinea gli obiettivi strategici per il contrasto alla corruzione.

La Prevenzione della Corruzione si esplica attraverso l’azione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, l’applicazione dei Provvedimenti adottati dall'ANAC e l’azione di accertamento delle violazioni, anche attraverso strumenti come il cosiddetto Whistleblowing. “Whistleblower” è il dipendente di un'amministrazione che segnala agli organi legittimati ad intervenire sulle violazioni o irregolarità commesse ai danni dell'interesse pubblico. L'ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), ha informato che a partire dal febbraio 2018 è operativa l'applicazione informatica Whistleblower per l'acquisizione e la gestione, nel rispetto delle garanzie di riservatezza previste dalla normativa vigente, delle segnalazioni di illeciti da parte dei pubblici dipendenti.

https://www.comune.cuneo.it/amministrazione-trasparente/altri-contenuti-corruzione/prevenzione-della-corruzione/piano-triennale-di-prevenzione-della-corruzione.html

Torna a inizio pagina


 

16.6 Sviluppare istituzioni efficaci, responsabili e trasparenti a tutti i livelli

Piano delle Performance del Comune di Cuneo

Il decreto legislativo 150/2009 in materia di “ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioniʺ prevede che le amministrazioni pubbliche valutino annualmente la performance organizzativa e individuale dell’ente. A tale fine adottano e aggiornano annualmente, previo parere vincolante dell'Organismo indipendente di valutazione, il Sistema di misurazione e valutazione della performance.

Tale sistema è collocato all'interno di un più ampio processo chiamato "Ciclo di gestione della performance", un impianto metodologico finalizzato a dotare le amministrazioni pubbliche di un concreto strumento di organizzazione del lavoro in un’ottica di miglioramento continuo della performance e dei servizi resi al pubblico. La Relazione sulla Performance, prevista dal D. Lgs. 150/2009, è il documento che rendiconta i risultati realizzati al 31 dicembre di ogni anno, per ciascuno degli obiettivi contenuti nel Piano delle Performance.

La Giunta Comunale, ogni anno, approva il Piano Esecutivo di Gestione per il triennio successivo relativamente alla parte delle risorse finanziarie. Il Piano esecutivo di gestione va accompagnato dal Piano degli obiettivi, entrambi costituiscono il Piano delle Performance che trae i propri elementi costitutivi dagli atti della programmazione annuale e pluriennale del Comune.

La Relazione permette a tutti coloro che ne sono interessati di avere, in modo semplice ed accessibile, dati ed elementi utili per misurare e valutare la performance raggiunta, sia a livello di ente nel suo complesso, che al livello dei singoli settori. La Relazione, inoltre, fornisce alcune caratteristiche del contesto comunale e territoriale generale, riportando dati relativi alla popolazione, alle imprese, ai servizi offerti, ecc. e presenta gli elementi caratterizzanti dell'ente comunale in termini di strutture organizzative, personale in servizio ed indicatori economico-finanziari. La Relazione, come previsto dal Decreto Legislativo 33/2013 in materia di Trasparenza, viene pubblicata nel sito web istituzionale del Comune, nella sezione "Amministrazione Trasparente", sotto la sezione “Performance”.

Si ritiene utile, in riferimento a questo Target, fare riferimento ai principali servizi ed uffici dell’ente attraverso cui si esplicano le funzioni amministrative e finanziarie prevalenti.

L’Ufficio Segreteria Generale svolge attività di supporto agli Organi Collegiali del Comune: Consiglio e Giunta comunali, affinché le attività istituzionali possano svolgersi in modo efficace ed efficiente. Gli atti ed i provvedimenti gestiti durante gli anni 2018 e 2019 ammontano a:

Dati 2018

  • n. 121 Deliberazioni del Consiglio Comunale
  • n. 350 Deliberazioni della Giunta
  • n. 2167 Determinazioni Dirigenziali
  • n. 56 Decreti Sindacali.

Dati 2019

  • n.  105 Deliberazioni del Consiglio Comunale
  • n.  312 Deliberazioni della Giunta
  • n. 2250 Determinazioni Dirigenziali
  • n. 24 Decreti Sindacali.

Per garantire la massima trasparenza dell’attività istituzionale l’ufficio cura l’inserimento sul sito internet del Comune di Cuneo degli ordini del giorno del Consiglio Comunale, con i relativi oggetti ed interpellanze, e con l’inserimento del calendario delle Commissioni Consiliari Permanenti, con i relativi oggetti posti in discussione. Provvede alla tenuta ed aggiornamento del registro delle Associazioni operanti nel territorio comunale e all’inserimento, sempre sul sito internet del Comune, degli incarichi e delle consulenze affidate da parte dell’Ente. L’Ufficio Messi comunali, in stretta collaborazione con la Segreteria Generale, garantisce la piena trasparenza dell’attività istituzionale, curando la pubblicazione all’Albo Pretorio on line di tutti gli atti e provvedimenti collegiali e dirigenziali assunti dall’ente comunale, gli avvisi ed i manifesti necessari per la conoscenza e la diffusione delle disposizioni comunali in tema di tributi, edilizia, attività commerciali, elezioni, ecc.

Una istituzione locale efficace e responsabile passa anche attraverso la gestione virtuosa delle proprie finanze. La gestione finanziaria del Comune è assicurata dagli uffici del “Servizio Finanze”, a cui compete la gestione del bilancio di previsione dell’ente, oltre che dal “servizio economato, contabilità economica e fiscale – enti partecipati”, a cui compete la gestione economica-patrimoniale del bilancio, compresa la gestione delle partecipazioni detenute in società, aziende ed altri organismi strumentali.

L’attività contabile degli uffici finanziari comunali viene scandito dalle scadenze di bilancio degli enti locali, il cui rispetto viene sempre più spesso associato dal legislatore nazionale a prassi virtuosa da premiare con la rimozione di vincoli normativi di carattere finanziario. Da quando la legislazione nazionale lo richiede specificatamente, il Comune di Cuneo ha sempre dimostrato il rispetto del vincolo di finanza pubblica annuale, mantenendo costantemente l’equilibrio finanziario nel corso dei vari esercizi. Un dato particolarmente significativo che dimostra l’efficacia e responsabilità dimostrato dal Servizio Finanze è riferito alla pubblicazione trimestrale degli indicatori di tempestività dei pagamenti, che evidenziano come l’ente paghi in anticipo rispetto al termine di 30 giorni previsto dal D.Lgs 231/2002.

Un altro ambito che necessita lo sviluppo di una gestione efficace e responsabile riguarda la valorizzazione di una ampia parte dei beni immobili comunali non utilizzati a fini istituzionali, al fine di integrare economicamente le finanze, procedendo con la capitalizzazione degli stessi immobili e la successiva vendita attraverso asta pubblica. Il “Servizio Patrimonio” si occupa di formare ed aggiornare annualmente il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari e, sulla scorta del nuovo regolamento per le alienazioni, attiva numerose procedure di alienazione, mediante asta pubblica. A partire dal 2016, nell’ambito di una nuova forma di gestione degli immobili, l’Amministrazione ha aggiudicato in concessione d’uso e gestione numerosi immobili riqualificati con i fondi F.E.S.R., nell’ambito del programma P.I.S.U.: la Tettoia Vinay come Open Baladin, le “Aule della Musica” come Auditorim Varco. Sulla scorta di queste virtuose esperienze l’assessorato alla rigenerazione urbana sta potenziando tale filone di attività promuovendo la definizione di un Regolamento dei Beni Comuni.

Sviluppare istituzioni efficaci significa anche saper affermare nuovi modelli di organizzazione interna, ne sono un esempio la Costituzione di Unità Organizzative Autonome comunali: nel 2019 per affrontare e superare le criticità connesse alla realizzazione degli interventi previsti dai programmi di rigenerazione urbana “Bando Periferie” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Strategia "Cuneo accessibile" promossa dalla Regione Piemonte a valere su finanziamenti europei del Por FESR 2014-2020 è emersa la necessità di individuare una soluzione organizzativa in grado di presidiare in maniera costante e dedicata le fasi di affidamento delle progettazioni, la realizzazione delle opere, le attività di contabilizzazione degli interventi e di rendicontazione finale delle spese.
Tale soluzione organizzativa — che prevede il coinvolgimento esclusivamente di professionalità interne all’ente appartenenti ai diversi settori interessati — garantisce il necessario apporto conoscitivo nelle diverse fasi degli interventi e permette al Responsabile unico del procedimento di assicurare la piena “governance” dei programmi negli aspetti tecnici, gestionali e contrattualistici.
Medesima soluzione organizzativa è stata adottata per l’attuazione del Piano Strategico “Cuneo per lo Sviluppo Sostenibile”, con la costituzione di un’unità organizzativa autonoma, formata da una “struttura tecnica di coordinamento” e da professionalità competenti nell’organizzazione e promozione di eventi, nella comunicazione istituzionale e via social e nell’educazione sostenibile.
Rientra in questo solco, anche, la costituzione dei tre Tavoli Comunali denominati Coesione Sociale, Sviluppo Sostenibile e Nuovo Municipio, avvenuta a maggio 2020, di cui fanno parte assessori, dirigenti e funzionari con competenze trasversali, coordinati da un’unica figura politica di riferimento. La missione di questi tre tavoli è consistita, soprattutto nei primi mesi post lockdown, ad individuare i principali bisogni da affrontare nel  difficile  periodo di ripartenza  e far emergere le priorità (economiche, sociali e ambientali) da affrontare e risolvere in tempi rapidi. 

Torna a inizio pagina


 

16.7 Assicurare un processo decisionale reattivo, inclusivo, partecipativo e rappresentativo a tutti i livelli

Logo Piano Strategico Cuneo 2030

L’amministrazione cuneese fa e ha fatto esperienza, negli ultimi vent’anni, di molti processi decisionali inclusivi e partecipativi, nella costruzione delle proprie politiche pubbliche e nell’attuazione di strumenti complessi come Programmi, Fondi Europei, Patti di natura politica, Accordi di Programma, Protocolli d’Intesa ecc...

I processi di questo tipo riguardano prevalentemente gli ambiti in cui è necessario co-pianificare strategie, politiche, servizi e infrastrutture come i seguenti:

  • lo sviluppo locale (Programmi Territoriali Integrati, Programmi di Sviluppo Locale, Patto territoriale dei sindaci delle valli e della pianura di Cuneo – 2018, Patto per lo Sviluppo della Granda)
  • la rigenerazione urbana (Contratti di Quartiere, Programma Integrato di Sviluppo Urbano – PISU, Bando Periferie ed Agenda Urbana)
  • lo sviluppo sostenibile (Agenda 21, Patto dei Sindaci per l’Energia e il Clima, il Piano Strategico “Cuneo per lo Sviluppo Sostenibile” - 2030)
  • la pianificazione strategica (Cuneo 2020 – Piano Strategico di Cuneo ed il suo territorio, consultare Piano Strategico - I partecipanti; Piano Strategico “Cuneo per lo Sviluppo Sostenibile” - 2030)
  • le politiche sociali e sanitarie (Patto territoriale dei sindaci delle valli e della pianura di Cuneo)
  • i fondi europei (attuazione di progetti a valere su Fondi Alcotra, Interreg, F.E.S.R., F.S.E., F.E.A.D. ecc...)
  • la gestione integrata delle utilities del territorio (idrico integrato, rifiuti, pulizia urbana, trasporto pubblico e mobilità, energia)
  • a gestione di risorse ambientali sovracomunali o trasfrontaliere (Parco Fluviale Gesso e Stura, Parchi Naturali).

A titolo di esempio si forniscono alcuni esempi di approfondimento di processi decisionali reattivi, inclusivi e partecipativi.

Con la firma ufficiale della Convenzione di Gestione si è chiuso un percorso che ha visto il territorio del Parco fluviale Gesso e Stura ampliarsi dai 1.500 ettari iniziali (2007), ai 5.500 ettari attuali, con l’ampliamento sul territorio fino a comprendere altri 13 comuni oltre a quello di Cuneo, con 70 km di fiume e una popolazione di riferimento di oltre 120.000 abitanti. Come previsto dalla Convenzione firmata, l’Assemblea dei Sindaci del Parco si riunisce periodicamente, per adempiere alle funzioni che le sono attribuite, l’assemblea costituisce un momento di consultazione diretta con gli amministratori dei vari comuni per lo sviluppo di progetti specifici, la raccolta di idee, riscontri e proposte mirate alla valorizzazione dei rispettivi territori di appartenenza. Il coinvolgimento degli attori locali per lo sviluppo del Parco si traduce nella collaborazione con diverse istituzioni ed enti locali tra cui il Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Ricerca per la protezione idrogeologica – Unità organizzativa di Supporto di Torino, il Dipartimento di Cuneo dell’A.R.P.A., l’Università, in particolare la Facoltà di Agraria e il Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo, l’Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo, l’ASL CN1, diverse scuole, tra cui l’Istituto d’Istruzione Superiore “Virginio” e l’Istituto Tecnico Industriale Statale di Cuneo “Delpozzo”, e numerose associazioni quali ad esempio la LIPU, Legambiente, CRAS di Bernezzo, Pesca Ambiente, Slow food – condotta di Fossano, Aspromiele. Il Parco promuove, organizza e sostiene le attività di studio, ricerca, didattica e le attività scientifiche, ricreative e turistiche, con riferimento a tutto l’ambiente fluviale.

Il Patto territoriale dei sindaci delle valli e della pianura di Cuneo è un accordo tra 53 sindaci di un’area ampia intorno a Cuneo per confrontarsi e lavorare insieme non solo più su tematiche socio-assistenziali, ma anche su rifiuti, ambiente, fondi europei. Firmato nel 2018 il patto territoriale dei sindaci delle valli e della pianura di Cuneo nasce dalla volontà di dare gambe a uno strumento che consenta ai sindaci un confronto diretto ed un’elaborazione di idee su tematiche che rientrano nelle competenze delle amministrazioni locali.

Consiglio Comunale aperto europeo - 2019: si è trattata di un’occasione attraverso cui parlare delle Elezioni Europarlamentari 2019 e in particolare della campagna di sensibilizzazione al voto europeo. All’evento era presente il Capo della Rappresentanza della Commissione europea a Milano Massimo Gaudina. Hanno partecipato anche gli eurodeputati Andrea Viotti e Tiziana Beghin, il Presidente della Cassa di Risparmio di Cuneo Giandomenico Genta e alcuni Sindaci dei comuni della Provincia di Cuneo. Erano presenti circa 130 persone tra consiglieri comunali, cittadini e rappresentanti delle municipalità limitrofe. Durante il Consiglio è stato votato un ordine del giorno nel quale la Città ha dichiarato di supportare formalmente la campagna #stavoltavoto e tutte le iniziative che sarebbero state organizzate in questo ambito.

Torna a inizio pagina


 

16.8 Allargare e rafforzare la partecipazione dei Paesi in via di sviluppo nelle istituzioni della governance globale

Il Target 16.8 non rientra nelle politiche di competenza dell’ente locale, pur tuttavia appare pertinente segnalare la partecipazione del Comune di Cuneo ad un progetto di COOPERAZIONE INTERNAZIONALE promosso da Regione Piemonte e Compagnia di San Paolo, che nel 2019 hanno deciso di impegnarsi congiuntamente per la promozione e il coordinamento di programmi di cooperazione per lo sviluppo sostenibile e di partenariato territoriale tra Piemonte e Africa sub sahariana.

Con l’approvazione del Piano annuale 2018 degli interventi regionali per la promozione di una cultura ed educazione di pace, per la cooperazione e la solidarietà internazionale (D.G.R. n. 26-7599 del 28/09/2018), la Regione Piemonte ha definito la propria azione e le aree geografiche prioritarie, approvando il bando “Piemonte&Africa-sahariana: partenariati territoriali per un futuro sostenibile”, finalizzato a sostenere progetti di cooperazione decentrata promossi dalle autorità locali piemontesi. Il Comune di Cuneo ha presentato la propria candidatura per la realizzazione di un progetto, che vede partner principali l’associazione LVIA di Cuneo e il Comune di Thiès, indirizzato al rafforzamento dei servizi ai giovani e all’imprenditoria a partire dalla valorizzazione dell’esperienza dei “migranti di ritorno”.

Torna a inizio pagina


 

16.9 Entro il 2030, fornire l'identità giuridica per tutti, compresa la registrazione delle nascite

Il Servizio Affari Demografici del Comune di Cuneo è competente per tutti gli atti di pertinenza dell’Anagrafe, dello Stato Civile e dell’Elettorale quali, per quanto riguarda nello specifico questo Target, l’aggiornamento dei registri della popolazione. In particolare l’Ufficio Stato Civile è preposto alla registrazione delle nascite.

La denuncia di nascita può essere resa da uno dei genitori oppure da entrambi se fra loro non coniugati, dal medico, dall’ostetrica, da altra persona che abbia assistito al parto o da un procuratore speciale. La denuncia può essere resa entro tre giorni presso la Direzione Sanitaria dell’Ospedale o della Casa di Cura ove è avvenuto il parto o entro dieci giorni innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di nascita o presso l’Ufficio dello Stato Civile del Comune di residenza dei genitori. Nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso Comune, salvo diverso accordo fra di loro, la dichiarazione è resa all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza della madre.

Torna a inizio pagina


 

16.10 Garantire l'accesso del pubblico alle informazioni e proteggere le libertà fondamentali, in conformità con la legislazione nazionale e con gli accordi internazionali

Notiziario della Città di Cuneo

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE
Il Comune di Cuneo da anni cura con grande attenzione le informazioni che riguardano l’operato dell’Amministrazione Comunale attraverso il proprio UFFICIO STAMPA e COMUNICAZIONE e il sito web istituzionale. L’Ufficio Stampa si occupa di svolgere attività di informazione istituzionale rivolta ai cittadini e ai media (organi di stampa) e attività di promozione dell'immagine dell’amministrazione, dando visibilità agli interventi e alle iniziative realizzate e patrocinate. Le attività di informazione e di comunicazione sono, in particolare, finalizzate a illustrare le attività dell’istituzione e il suo funzionamento e favorire l'accesso ai servizi pubblici, promuovendone la conoscenza. L’attività dell’ufficio si esplica, per quanto riguarda i rapporti con i media, nella predisposizione di comunicati stampa che, con frequenza più che giornaliera, forniscono agli operatori della comunicazione le notizie essenziali per la redazione degli articoli e delle news.
Per favorire, invece, la promozione di iniziative e servizi curati dal Comune, l’Ufficio Stampa, organizza conferenze stampa sui principali argomenti e iniziative e ha in capo il coordinamento dell’informazione tramite il sito web istituzionale, per garantire una gestione delle informazioni accurata, tempestiva e precisa, nonché uno stile di redazione delle notizie più “giornalistico” e meno tecnico burocratico.
In proposito l’Ufficio Stampa gestisce i profili istituzionali sui principali social network (Twitter, Facebook, Google+, Pinterest, Flickr, Istagram, You Tube) e il coordinamento dei profili tematici, rilanciando le informazioni più importanti e dando risposte tempestive alle richieste/segnalazioni degli utenti. L’attività sui social network si è ormai consolidata come uno dei canali maggiormente utilizzati dai cittadini per dialogare con l’Ente e permette di raggiungere un alto numero di persone a costi nulli per le casse comunali. Secondo l’ultimo rapporto ICity Rate di Forum PA, il Comune di Cuneo risulta la 3° città capoluogo più social d’Italia.
L’Ufficio Stampa provvede, infine, alla gestione e all’aggiornamento della sezione “Amministrazione trasparente” dell’Ente comunale.

NOTIZIARIO DELLA CITTÀ DI CUNEO
Il Comune di Cuneo edita, con cadenza periodica, una pubblicazione istituzionale denominata "Il Comune, notiziario della Città di Cuneo – periodico di informazione ai residenti” (testata registrata al Tribunale di Cuneo con autorizzazione n 278 del 11/10/1973 - Direttore Responsabile Fabio Guglielmi).
Il Notiziario, solitamente a contenuto monografico su un tema di interesse per la cittadinanza, viene inviato, mediante spedizione postale, a tutte le famiglie residenti nel comune di Cuneo. http://www.comune.cuneo.it/attivita-promozionali-e-produttive/stampa-e-comunicazione/pubblicazioni-istituzionali.html

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - U.R.P
L’accesso pubblico alle informazioni sui servizi comunali si esplica prevalentemente attraverso l’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - U.R.P.
Dal 2003 il Comune di Cuneo ha istituito l’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - U.R.P. Con l’aumentare delle competenze in capo ai Comuni, l’ufficio è diventato sempre più un punto di riferimento per l’utenza, diventando lo sportello di primo contatto e dialogo tra l’Amministrazione comunale e i cittadini. L’ufficio, unitamente al centralino, costituisce il pilastro del rapporto tra cittadino e amministrazione comunale, fornisce infatti tutte le informazioni circa i servizi ed il funzionamento della “macchina comunale”. Oltre alle attività di informazione di più ampio interesse, l’ufficio cura l’aggiornamento e la pubblicazione del “Kit del cittadino. Guida ai servizi per nuovi residenti nel Comune di Cuneo”, pubblicazione destinata principalmente ai neo-residenti che riassume tutte le incombenze a cui è necessario adempiere e le opportunità offerte per chi risiede a Cuneo. L’U.R.P., inoltre, svolge attività di rilascio delle Attestazioni di conformità tecnica ai fini dell'idoneità abitativa e dei permessi di accesso alla ZTL del Centro Storico.
Da settembre 2020 è stato avviato il nuovo Sportello Unico del Cittadino, che integra le funzioni dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico e dell’Informagiovani, con la creazione di un sistema unico di prenotazione dei servizi, sia su piattaforma web che telefonando al numero unico 0171.44.44.44. Attualmente sono prenotabili attraverso lo Sportello on line i servizi riferiti ad Anagrafe, Stato Civile, URP e ZTL, solo per via telefonica i servizi sociali (Compilazione Isee, Bonus gas, luce, idrico, Assegno nucleo famigliare, Assegno Maternità, Assegno sociale locazione, Fondo morosità incolpevole, Progetto emergenza casa, Rimborso parziale ticket).

UFFICIO EUROPE DIRECT
Dal 2018 il Comune di Cuneo ha istituito l’UFFICIO EUROPE DIRECT grazie all’assegnazione di un cofinanziamento da parte della Commissione europea per tre anni di gestione. Il Centro Europe Direct Cuneo Piemonte area sud ovest è un servizio di informazione sulle attività e le opportunità dell’Unione europea, aperto a tutti i cittadini. Fa parte della rete dei Centri ufficiali di informazione dell'Unione europea (Direzione Generale Comunicazione). La rete conta 44 centri in Italia e 434 in tutta Europa. Il Centro contribuisce alla divulgazione delle politiche dell'Unione europea a livello locale, promuovendo eventi e attività sui temi di interesse europeo. L’ufficio, oltre l’attività di sportello, gestisce le proprie attività di informazione sui social tramite i canali Facebook, Twitter, Instagram e Youtube, inoltre, organizza decine di eventi propri o partecipa con diverse modalità (intervento, esposizione materiale, aiuto nella comunicazione) ad eventi organizzati da enti terzi. L’ufficio Europe Direct Cuneo Piemonte area sud ovest ha pubblicato un volume intitolato “La mia Europa a Cuneo”, in cui sono state raccolte le buone pratiche di riqualificazione del territorio realizzate grazie al contributo dei fondi europei. Questo strumento ha l’obiettivo di rendere più comprensibile l’UE a tutti i cittadini e di farne percepire la vicinanza sul territorio, attraverso il suo impatto sulla vita di tutti i giorni.

Torna a inizio pagina


 

16.a Rafforzare le istituzioni nazionali, anche attraverso la cooperazione internazionale, per costruire maggiore capacità a tutti i livelli, in particolare nei paesi in via di sviluppo, per prevenire la violenza e combattere il terrorismo e la criminalità

Non sono state rilevate iniziative specifiche relative al Target 16.a

Torna a inizio pagina


 

16.b Promuovere e far rispettare le leggi e le politiche non discriminatorie per lo sviluppo sostenibile

PARCO FLUVIALE GESSO E STURA – Servizio di vigilanza
Per il servizio di vigilanza sul territorio del Parco Fluviale Gesso e Stura il Comune di Cuneo si avvale della collaborazione della Provincia di Cuneo e del Corpo Forestale dello Stato. Con la Provincia viene sottoscritta apposita Convenzione a titolo oneroso per il Servizio di vigilanza faunistico-ambientale. La collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato è invece a titolo gratuito per un’opera di sorveglianza a tutela del patrimonio naturalistico e una preziosa consulenza in fatto di conservazione del patrimonio forestale dell’area fluviale. Un’ulteriore forma di presenza sul territorio è stata data dai volontari del Servizio Civico impegnati quotidianamente in sopralluoghi sui percorsi ciclo-pedonali e nelle aree attrezzate del Parco. La Polizia Municipale svolge funzioni di polizia ambientale tesa alla prevenzione ed alla repressione dei comportamenti illeciti con la finalità di preservare l’ambiente da episodi semplici o gravi di inquinamento sotto qualsiasi forma. In particolare l’attività del Comando viene diretta al controllo del Parco Fluviale e dei parchi cittadini.

Torna a inizio pagina


 

PRIMO PIANO | Tutte le news

RSS
26.03.2021 - Pianificazione territoriale e strategica

ROAD TO #CUNEO2030 - Al via la nuova rassegna .in.onda.azione.sostenibile.

Al via dal 26 marzo...

24.02.2021 - Europe Direct, Sportello Europa, Pianificazione territoriale e strategica

Programma innovativo nazionale per la qualità dell'abitare - Avviso esplorativo per l’individuazione di soggetti interessati alla costituzione di partenariati

Il Comune di Cuneo intende...

20.01.2021 - Parco Fluviale, Pianificazione territoriale e strategica

Corsi di formazione gratuiti su sviluppo sostenibile e outdoor education

Anche per l’anno scolastico 2020-2021...

24.11.2020 - Lavori Pubblici, Pianificazione territoriale e strategica

Procede il progetto per la realizzazione della nuova facciata “green” alla Scuola di Madonna dell’Olmo

Il progetto per la nuova facciata...

16.10.2020 - Stampa e Comunicazione, Pianificazione territoriale e strategica

Il Comune di Cuneo ha aderito all’Uncem, l’Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani

Sabato 17 ottobre il Sindaco di Cuneo...

06.10.2020 - Europe Direct, Pianificazione territoriale e strategica

GREAT INNOVA: #Beyond. Il potere dei valori

Sostenibilità ambientale, sociale ed...

24.09.2020 - Pianificazione territoriale e strategica

A Cuneo arriva il Concorso KIT di Imprese Rur@li, per proporre la tua “impresa ideale” in ambito sostenibile

CONCORSO-KIT PER SCUOLE E AGENZIE DI...