Menu di scelta rapida
Sei in: Home / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente
logo protezione Regione Piemonte

16.02.2021 - Protezione Civile - Difesa del suolo

Pubblicato il bando per 15 nuovi volontari di Protezione Civile

È stato pubblicato in data odierna, dal Comune di Cuneo, il bando per la ricerca di 15 nuovi volontari che entreranno a far parte del Gruppo Comunale di Protezione Civile.

Le iscrizioni sono aperte dal 15 febbraio fino al 12 marzo prossimo e vanno effettuate compilando e consegnando al protocollo comunale l’apposito modulo disponibile sul sito Internet del Comune di Cuneo, nella sezione della Protezione Civile (https://www.comune.cuneo.it/ambiente-e-mobilita/protezione-civile-difesa-del-suolo/protezione-civile/iscrizioni.html).

In caso di esubero delle richieste farà fede la data di presentazione delle stesse.

Possono presentare domanda di iscrizione tutti coloro che intendano prestare la propria opera, volontaria e gratuita, nell’ambito della Protezione Civile, in attività di prevenzione e soccorso. I requisiti necessari per presentare domanda sono i seguenti: essere cittadini italiani, maggiorenni e di età non superiore a 65 anni, dotati di sana e robusta costituzione, da documentare con apposito certificato medico.

I volontari collaborano con gli uffici comunali per l'individuazione e la prevenzione dei rischi sul territorio e forniscono ausilio alle forze di Protezione Civile nelle esercitazioni o in caso di emergenze.

Nell’ultimo anno, ad esempio, i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile sono stati impegnati in prima linea in molte attività pratiche di grande importanza nella gestione dell’emergenza covid, soprattutto nella prima fase quando l’incertezza e l’imprevedibilità della situazione avevano creato molte situazioni da gestire con tempestività e precisione.

Parallelamente sono continuate poi tutte quelle attività volte a promuovere la salvaguardia e tutela dell’integrità del territorio e ad assicurare la sicurezza della popolazione, come gli interventi di pulizia delle piste ciclabili del Parco fluviale e dei suoi percorsi didattici, il supporto dato in occasione dell’emergenza in seguito agli eventi alluvionali che hanno colpito il territorio ad ottobre, il monitoraggio di fiumi, torrenti, canali e altre attività di presidio, il controllo e la messa in sicurezza della fascia fluviale che, per le sue particolari condizioni morfologiche, è uno degli ambiti più delicati e critici dell’intera area e per questo motivo necessita di maggior attenzione.

Ultimi 7 giorni

Ricerca avanzata News