Menu di scelta rapida
Sei in: Home / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

23.03.2015 - Parco Fluviale, Museo Civico, Biblioteca

Servizio Civile: ambiente e cultura opportunità da vivere

Da lunedì 17 marzo è aperto il bando per la selezione di 654 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale in tutto il Piemonte, 90 nella Provincia di Cuneo.

Il Servizio Civile, rivolto a ragazzi/e tra i 18 e i 28 anni, rappresenta un’opportunità di crescita personale e professionale, nonché una buona carta di accesso al mondo del lavoro e un’occasione per ottenere crediti formativi spendibili durante il percorso universitario.
Chi sceglie di impegnarsi per 12 mesi nel servizio civile nazionale sceglie di aggiungere un'esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, utile per il proprio percorso professionale e lavorativo, assicurandosi allo stesso tempo una sia pur minima autonomia economica.
Il Comune di Cuneo propone tre diversi progetti di servizio civile: al Parco fluviale Gesso e Stura, in Biblioteca Civica o al Museo Civico.
I ragazzi saranno impegnati per 30 ore settimanali e avranno diritto a un rimborso mensile di 433,80 €, ad alcuni permessi retribuiti per esigenze personali o di studio, al buono pasto e all’assistenza sanitaria per malattia o infortunio.
Gli interessati possono scaricare la domanda e ottenere maggiori informazioni consultando il sito del Comune (http://www.comune.cuneo.it/socio-educativo/giovani/servizio-civile/presentazione.html), recandosi all’Informagiovani (Via Bongioanni n. 20), o direttamente presso gli uffici del Parco fluviale (piazza Torino 1), della Biblioteca Civica (via Cacciatori delle Alpi 9) e del Museo Civico (in via Santa Maria 10).
Le domande dovranno essere consegnate entro giovedì 23 aprile p.v. alle ore 14.00.

Al Parco fluviale Gesso e Stura saranno quattro i ragazzi che, affiancati dal personale del Settore Ambiente e Territorio del Comune di Cuneo, faranno esperienza diretta della complessa e articolata attività di gestione di un’area protetta regionale, nell’ambito del progetto denominato “Parco.Edu. Imparare a tutelare la natura”.
L’attività svolta dai volontari al Parco riguarderà, in particolare, la comunicazione e promozione sui social network: partendo da quanto fatto dal precedente progetto, “Parco 2.0”, che dovrà essere continuato e messo a regime, tenendo presente le criticità riscontrate, correggere eventuali errori e modificare procedure e modi di utilizzo in base anche all’evoluzione dei social network stessi. Allo stesso tempo però si vuole andare a potenziare l’area dell’educazione e di supporto alla didattica (perché no, sfruttando anche in questo campo, se risulterà possibile e efficace la rete e internet). L’esigenza viene dalla necessità di rispondere ad un bisogno che viene dal territorio, quello dell’offerta di attività di educazione ambientale e didattica connessa a tutto ciò che è ambiente, natura e vivere sostenibile. Per rispondere a questo bisogno il Parco ha realizzato la Casa del Fiume, il suo centro di educazione ambientale inaugurato lo scorso anno, e ha voluto incentrare il nuovo progetto di Servizio Civile Nazionale sulla tematica didattica ambientale, per sviluppare e potenziare al massimo l’offerta alle scuole, ai gruppi organizzati in generale e anche ai singoli, bambini, adulti o famiglie che siano.. Non meno cruciale, naturalmente, l’area della ricerca scientifica, che il Parco porta avanti con grande attenzione e che è tra gli obiettivi della sua legge istitutiva. Tra i compiti dei volontari quello di portare avanti le ricerche fin qui condotte, per aggiornare i dati in maniera costante e sistematica, ma non mancheranno le opportunità di realizzare nuovi studi e monitoraggi. Infine, i volontari avranno modo di partecipare attivamente alle attività didattiche con le scuole, affiancati agli accompagnatori naturalistici del Parco, alle attività di promozione territoriale e agli eventi organizzati nel corso dell’anno.
I volontari svolgeranno il loro servizio a stretto contatto con la natura, all’interno del territorio del Parco fluviale, che si estende lungo i corsi d’acqua Gesso e Stura e interessa attualmente una superficie di oltre 4.500 ettari e si estende sul territorio di 10 comuni (oltre a Cuneo, Borgo San Dalmazzo, Vignolo, Cervasca, Castelletto Stura, Centallo, Roccavione, Roccasparvera, Montanera e Sant’Albano Stura).

Il progetto della Biblioteca civica ha come titolo “Biblioteca: lavori in corso” e selezionerà 2 volontari per un anno di servizio.
Il progetto mira a potenziare le politiche culturali della Biblioteca sul territorio, puntando su campagne di informazione sulla città e sul Sistema bibliotecario per ottenere una maggiore consapevolezza da parte dei cittadini di quanto la biblioteca offre in termini di servizi e di attività culturali sviluppando i seguenti obiettivi specifici:
- potenziare le politiche culturali che partono dalla biblioteca con un’attenzione particolare ai rapporti con la scuola superiore e con le “realtà altre” che promuovono cultura sul territorio
- potenziare i servizi di biblioteca (svecchiamento delle raccolte, implementazione del reference service)
- potenziare l’area manifestazioni culturali (ampliamento del programma di attività culturali su tutto l’anno solare)
I volontari del Servizio Civile, collaboreranno sia al mantenimento del regolare svolgersi dei servizi della Biblioteca, sia al percorso di potenziamento delle politiche culturali della Biblioteca. Saranno coinvolti in tutte le attività organizzate, comprese le rilevazioni dati e il coinvolgimento nelle manifestazioni e eventi culturali, facendosi promotori in prima persona del valore della lettura e della conoscenza.

Nel Museo Civico di Cuneo saranno impegnati 2 volontari per la realizzazione del progetto “Museo Migrante”, con cui si intende avviare un percorso che porti al riconoscimento del Museo non soltanto come specchio fedele del territorio cuneese, ma come luogo di cultura in senso socio-antropologico, riconoscibile pertanto non solo dai visitatori di nazionalità italiana.
Nello specifico ai volontari verrà chiesto di collaborare alla realizzazione di iniziative mirate all’integrazione e allo scambio culturale fra operatori e pubblici diversi, per favorire e incrementare il pubblico dei cittadini stranieri in visita, quali, a titolo di esempio, esposizioni a rotazione di collezioni provenienti da culture differenti messe in rapporto a quelle locali. Il fine ultimo che si propone con il progetto di quest’anno è quello di offrire ai volontari un’esperienza formante e formativa anche dal punto di vista socio-culturale e a prescindere dai comunque basilari contenuti scientifici in termini di storia, arte e archeologia. Avvicinarsi e interagire con soddisfazione e rispetto reciproci con l’altro, con il diverso, grazie ai contenuti “classici” – ma anche quelli “stravaganti” – del Museo di Cuneo sarà la sfida che aspetta i papabili candidati.

Consegna domande e informazioni:

Parco fluviale Gesso e Stura
Comune di Cuneo, Settore Ambiente e Territorio
Piazza Torino, 1 — 12100 CUNEO
Lun.-ven. 9-12
Tel. 0171.444501
e-mail: parcofluviale(at)comune.cuneo.it

Biblioteca civica di Cuneo
Via Cacciatori delle Alpi, 9 -12100 CUNEO
Mart.-sab. 8,30-12,30
Tel. 0171.444640 – fax 0171.444655
e-mail: biblioteca(at)comune.cuneo.it

Museo civico di Cuneo
Via Santa Maria, 10 – 12100 CUNEO
Mart.-ven. 9.00-13.00
Tel. 0171.634175 – Fax 0171.66137
e-mail: museo(at)comune.cuneo.it

Ultimi 7 giorni

Ricerca avanzata News