Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Emergenza COVID-19 a Cuneo

Emergenza COVID-19 a Cuneo

Link alla versione stampabile della pagina corrente

Il Comune di Cuneo ha attivato lo 0171.44.44.44, numero unico dedicato alle richieste di chiarimenti (non sanitari) in merito alle varie disposizioni emanate per contrastare l’emergenza da Coronavirus.

Il numero unico è operativo nei seguenti orari:
lunedì 8.30-13 | 14-17
martedì - giovedì 8.30-17 (orario continuato)
venerdì 8.30-13

PAGINA AGGIORNATA AL 23/4/2021

Aggiornamenti e notizie utili

Sorveglianza integrata COVID-19: i principali dati nazionali
A questo link è possibile trovare i dati che l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) pubblica giornalmente. Ogni giorno viene prodotta un’infografica dedicata che riporta – con grafici, mappe e tabelle – una descrizione della diffusione nel tempo e nello spazio dell’epidemia di COVID-19 in Italia e una descrizione delle caratteristiche delle persone affette (the infographic is also available in English). Ogni martedì e venerdì viene pubblicato anche un bollettino che, in maniera più estesa, approfondisce le informazioni raccolte.

PER VEDERE L'ARCHIVIO DELLE NOTIZIE PUBBLICATE CLICCA QUI

23/4/2021

9/4/2021

2/4/2021

26/3/2021

19/3/2021

5/3/2021

26/2/2021

12/2/2021

5/2/2021

22/1/2021

15/1/2021

8/1/2021

30/12/2020

 

22/12/2020

10/12/2020

VAI ALL'ARCHIVIO DEGLI AGGIORNAMENTI E NOTIZIE UTILI

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 16 aprile 2021, n. 49

Cessazione delle misure relative alla provincia di Cuneo di cui ai DD.P.G.R. n. 46 del 6 aprile 2021, n. 47 del 10 aprile 2021 e n. 48 del 13 aprile 2021.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 13 aprile 2021, n. 48

Proroga delle misure relative alla Provincia di Cuneo.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 10 aprile 2021, n. 47

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. 

Decreto del Ministro della Salute del 9 aprile 2021

Per il Piemonte si applicano le misure della c.d. "zona arancione".

Decreto del Presidente della Giunta Regionale 6 aprile 2021, n. 46

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.  

Decreto Ministro della Salute del 2 aprile 2021

Per il Piemonte si applicano, per un periodo di ulteriori quindici giorni e fatta salva una nuova classificazione, le misure della c.d. «zona rossa».

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Per i rientri dall'estero obbligatori tampone e quarantena di 5 giorni fino al 30 aprile.

Decreto del Presidente della Giunta Regionale 1 aprile 2021, n. 45

Disposizioni per il periodo pasquale.

Decreto Ministro della Salute del 30 marzo 2021

Per i rientri dall'estero obbligo di tampone e quarantena di cinque giorni.

Decreto Ministro della Salute del 26 marzo 2021

Per il Piemonte rinnovata fino al 6 aprile 2021 l'ordinanza del Ministro della Salute del 12 marzo 2021.

Decreto del Presidente della Giunta Regionale del 14 marzo 2021, n.37

Leggi il testo

Decreto del Ministro della Salute del 12 marzo 2021

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 nella Regione Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte e Veneto.

Decreto del Presidente della Giunta Regionale del 12 marzo 2021, n.36

Nello specifico l'ordinanza:

- anticipa la chiusura dei mercati non alimentari da domenica 14 marzo 2021;
- vieta il raggiungimento delle seconde case per sabato e domenica;
- dispone la chiusura delle aree attrezzate e delle aree gioco nei parchi (salvo possibilità del Sindaco di derogare garantendo la supervisione degli stessi);
- ribadisce la possibilità di entrare ad un solo membro per nucleo familiare ( escluso minori ) nei negozi di piccola e grande distribuzione.

Decreto del Presidente della Giunta Regionale del 5 marzo 2021, n.33

Da lunedì 8 marzo 2021 didattica a distanza con due fasce di intervento in base al rischio.

Nel Distretto CN1 - Sud-ovest (Cuneo), sono sospese tutte le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado, che si svolgono esclusivamente con modalità a distanza, con esclusione delle attività dei servizi “nidi” e “micronidi” (0-3 anni);

Decreto del Presidente della Giunta Regionale del 5 marzo 2021, n.32

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2021
Decreto del Presidente della Giunta Regionale del 2 marzo 2021, n.30

Ulteriori misure in relazione al territorio dei Comuni di Bagnolo Piemonte, Barge, Crissolo, Envie, Gambasca, Martiniana Po, Oncino, Ostana, Paesana, Revello, Rifreddo, Sanfront, nella Provincia di Cuneo, e Bricherasio, Scalenghe, nella Città Metropolitana di Torino.

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle Regioni Marche, Lombardia e Piemonte.

Decreto-legge 23 febbraio 2021 , n. 15

Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. 

Decreto del Presidente della Giunta regionale 30 gennaio 2021, n. 14

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 15 gennaio 2021, n. 5

Dispone con l’eccezione di farmacie, parafarmacie, studi medici e presidi sanitari la chiusura di qualunque esercizio di vendita al dettaglio e di servizi alla persona – anche tramite apparecchi automatici purché non riservati alla rivendita di generi di monopolio – dalle ore 22,00 alle ore 5,00. Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati, dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali, altre strutture ad essi assimilabili a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie. E' fatto divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche – anche tramite apparecchi automatici – dalle ore 20,00 alle ore 7,00 agli esercenti di attività commerciali al dettaglio, agli esercenti di attività di somministrazione di alimenti e bevande. L'attività dei servizi di ristorazione (fra cui, a titolo esemplificativo, bar, pub, ristoranti,gelaterie, pasticcerie) è consentita per il solo asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. La consegna a domicilio resta sempre consentita.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021

Ribadito il coprifuoco tra le 22 e le 5, l’obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso, e il sistema per fasce di colore assegnate alle singole Regioni. Palestre, piscine e cinema restano chiusi fino al 5 marzo. Chiusura degli impianti sciistici fino al 15 febbraio. Musei, se in fascia gialla, aperti dal lunedì al venerdì. Divieto di asporto nei bar dalle 18. 

Decreto legge 14 gennaio 2021, n. 2

Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021. Il testo proroga al 30 aprile 2021 lo stato di emergenza. 

Decreto legge 5 gennaio 2021, n. 1

Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 dicembre 2020
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2020

Leggi il testo 

Sondaggio retrospettivo sulla prevenzione, il trattamento, l’incidenza, e i risultati rispetto al Covid-19

L'Università di Cagliari in collaborazione con una dozzina di università internazionali sta facendo un sondaggio retrospettivo sulla prevenzione, il trattamento, l’incidenza, e i risultati rispetto al Covid-19 nella comunità: https://it.rtocovid19.com/

Il sondaggio è indirizzato a tutti e questo è il link specifico del questionario:

https://pharma.unige.ch/limesurvey/index.php/273645?newtest=Y&lang=it

L’obiettivo è ottenere un’ampia gamma di partecipanti da tutta Italia per rendere i dati raccolti i più significanti possibili.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 28 novembre 2020, n. 132

Linee di indirizzo per l’organizzazione delle Istituzioni Scolastiche in Piemonte.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 28 novembre 2020, n. 131

Revoca del D.P.G.R. n. 127 del 6 novembre 2020. 

Decreto Ministro della Salute del 27 novembre 2020

Modifica della classificazione del rischio epidemiologico.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 6 novembre 2020, n. 127

Ordinanza assunta dal Presidente della Regione Piemonte con la quale si recepisce il Dpcm del 3 novembre 2020, firmato dal Presidente del Consiglio, e la successiva ordinanza del Ministro della Salute del 4 novembre 2020. 

Decreto Ministro della Salute del 4 novembre 2020

Il Decreto individua tre aree, corrispondenti ad altrettanti scenari di rischio, per le quali sono previste misure modulari. Nella fascia riservata alle Regioni a rischio di massima gravità, con scenario 4 (cosiddetta area rossa) sono concentrate le misure più restrittive; nella fascia per le Regioni a rischio alto ma compatibili con lo scenario 3 (cosiddetta area arancione), sono previste misure lievemente meno restrittive, nella terza fascia, quella per tutto il territorio nazionale, rientrano le restanti Regioni (cosiddetta area gialla).

Il Piemonte è attualmente inserito in fascia rossa

Nell'area rossa è vietato ogni spostamento anche all'interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute, sono di conseguenza vietati gli spostamenti da una Regione all'altra e da un Comune all'altro. Bar e ristoranti sono chiusi 7 giorni su 7 mentre resta consentito l'asporto fino alle ore 22 e per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. I negozi sono chiusi fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità. Restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiusi i centri estetici. È prevista la didattica a distanza per la scuola secondaria di secondo grado, per le classi di seconda e terza media. Restano aperte, quindi, solo le scuole dell'infanzia, le scuole elementari e la prima media. Sono chiuse anche le università, salvo specifiche eccezioni.
Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP, così come sono sospese le attività nei centri sportivi. Resta consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all'aperto in forma individuale. Sono chiusi musei e mostre, teatri, cinema, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo (anche nei bar e nelle tabaccherie). Per i mezzi di trasporto pubblico è consentito il riempimento solo fino al 50%, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastico.

Per maggiori informazioni: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioNotizieNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5149

Leggi il testo del Decreto

Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020

Il Presidente del Consiglio ha firmato il Dpcm del 3 novembre contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm, valido dalla mezzanotte del 26 ottobre al 24 novembre 2020, che impone misure più restrittive rispetto a quelle emanate il 18 ottobre scorso.

Nelle scuole superiori viene incrementato il ricorso alla didattica digitale integrata per una quota pari almeno al 75 % delle attività e viene modulata ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani, disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle ore 9.

Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 alle ore 18; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Viene disposta la sospensione: delle attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; delle attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò; degli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto.

Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose. Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza. Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi.

Le Regioni possono concordare con il Governo eventuali misure più restrittive.

Decreto Ministro della Salute - Presidente della Giunta Regionale 23 ottobre 2020

Da lunedì 26 ottobre e fino al 13 novembre 2020 saranno vietati in tutto il Piemonte gli spostamenti dalle 23 alle 5 del mattino dopo.

Faranno eccezione comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e urgenza, motivi di salute oppure il rientro a casa o presso la propria dimora, che dovranno essere certificate con autodichiarazione.

Decreto Presidente della Giunta Regionale n.112 - 20 ottobre 2020

"Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Linee di indirizzo per l’organizzazione delle Istituzioni Scolastiche in Piemonte".

Stabilisce che dal 26 ottobre 2020 le scuole superiori statali e paritarie dovranno adottare, per una quota non inferiore al 50%, la didattica digitale integrata in tutte le classi del ciclo in modalità alternata alla didattica in presenza, con l’esclusione delle classi prime di ogni tipologia di indirizzo e/o articolazione.

Decreto Presidente della Giunta Regionale n.111 - 20 ottobre 2020

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza
epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Revoca del D.P.G.R. n. 109 del 16 ottobre 2020.

Sostituisce il Decreto n.109 e stabilisce dal 24 ottobre la chiusura dei centri commerciali il sabato e la domenica (ad esclusione degli esercizi di vendita di generi alimentari, farmacie e studi medici, locali di ristorazione e tabaccherie). Inoltre, conferma la chiusura notturna, dalla mezzanotte alle 5, di tutte le attività commerciali al dettaglio (ad eccezione delle farmacie) e il divieto di vendita di alcolici dopo le ore 21 in tutte le attività commerciali (anche attraverso apparecchi automatici), escluso il servizio di consumazione al tavolo negli esercizi di ristorazione. Ribadite anche le altre disposizione del Decreto n.109.

Decreto Presidenza del Consiglio dei Ministri 18 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 18 ottobre 2020 sulle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19.

Qui il testo completo del DPCM (sarai indirizzato sul sito del Governo Italiano)

Decreto Presidenza del Consiglio dei Ministri 13 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 13 ottobre 2020 sulle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19.

Qui il testo completo del DPCM (sarai indirizzato sul sito del Governo Italiano)

Decreto Presidente della Giunta Regionale n.102 - 2 ottobre 2020

Da lunedì 5 ottobre 2020 l’ordinanza del presidente della Regione Piemonte introduce l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto in tutte le aree pertinenziali delle scuole di ogni ordine e grado o antistanti ad esse (ad esempio parcheggi, giardini, piazzali e marciapiedi davanti agli ingressi e alle uscite degli istituti). Il provvedimento comprende anche tutti i luoghi di attesa, salita e discesa del trasporto pubblico scolastico.

Di seguito alcuni link utili per ottenere informazioni corrette:

PRIMO PIANO | Tutte le news

RSS
26.04.2021 - Attività Produttive, #RipartenzaResponsabile

Ampliamento dei dehors e degli spazi esterni di locali e negozi

Per sostenere e agevolare la ripresa...

23.04.2021 - Protezione Civile - Difesa del suolo, #Emergenza Coronavirus

#EmergenzaCoronavirus. A Cuneo 469 persone positive, 312 in isolamento

Secondo i dati odierni (venerdì 23...

08.04.2021 - Stampa e Comunicazione, #Emergenza Coronavirus

Le Farmacie Comunali di Cuneo per la promozione della campagna vaccinale

La Farmacia 5 Movicentro rimborsa la...

02.04.2021 - Protezione Civile - Difesa del suolo, URP, #Emergenza Coronavirus

#EmergenzaCoronavirus. Per gli Over 70 è attivo il servizio di assistenza nella pre-adesione per il vaccino anti-Covid chiamando lo Sportello Unico del Cittadino

A Cuneo ad oggi sono quasi 5000 i...

26.03.2021 - Protezione Civile - Difesa del suolo, #Emergenza Coronavirus

#EmergenzaCoronavirus. A Cuneo oltre 600 persone positive al Covid-19

Continuano ad aumentare i numeri del...

19.03.2021 - Protezione Civile - Difesa del suolo, #Emergenza Coronavirus, URP

#EmergenzaCoronavirus. Dall’inizio della pandemia oltre 4300 cuneesi sono stati contagiati dal Covid

Lo Sportello Unico del Cittadino del...

18.03.2021 - Stampa e Comunicazione, #Emergenza Coronavirus

Giovedì 18 marzo 1ª Giornata nazionale in memoria delle vittime di Coronavirus, anche a Cuneo bandiere a mezz’asta

Anche il Comune di Cuneo ha aderito...

17.03.2021 - Ambiente, #Emergenza Coronavirus

Avviso importante per l'accesso ai centri di raccolta rifiuti del Consorzio Ecologico Cuneese

Dal 22 marzo accesso solo su...