Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / Ambiente / Aria / Semaforo antismog

Semaforo antismog

Link alla versione stampabile della pagina corrente
Semaforo verde
Semaforo arancione
Semaforo rosso

Misure temporanee in vigore il giorno successivo a quello di controllo (stabilito nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì) e in vigore fino al giorno di controllo successivo. L’indicazione del livello di allerta (colore del livello) è comunicata sul sito internet di ARPA Piemonte.

Planimetria delle aree soggette a limitazioni

Ordinanza sindacale

Limitazioni temporanee

Al raggiungimento delle soglie stabilite in relazione al “Nuovo Accordo di Programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano” e in conformità alle deliberazioni della Regione Piemonte d.g.r. n. 42-5805 del 20 ottobre 2017 e n. 9-2916 del 26 febbraio 2021, sono adottate le seguenti misure temporanee, aggiuntive rispetto alle limitazioni di cui al precedente punto 1 e valide tutti i giorni della settimana, festivi compresi, dal 1 marzo 2021 al 15 aprile 2021 e dal 15 settembre 2021 al 15 aprile 2022:

Allerta di 1° Livello - colore “ARANCIO”:

  1. divieto di circolazione veicolare, dalle ore 8:30 alle 18:30 di tutti i giorni (festivi compresi), dei veicoli adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) dotati di motore diesel con omologazione uguale ad EURO 3, 4 e 5;
  2. divieto di circolazione veicolare, dalle ore 8:30 alle 12:30 il sabato e nei giorni festivi, dei veicoli adibiti al trasporto merci (categorie N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazione uguale a Euro 3 ed Euro 4;
  3. divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 5 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta dal decreto attuativo dell’articolo 290, comma 4, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152;
  4. divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…), di combustioni all’aperto, ai sensi dell’ultimo periodo dell’art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, ad eccezione unicamente delle deroghe conseguenti a situazioni di emergenza fitosanitaria disposte dalla competente autorità;
  5. introduzione del limite a 18°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali, negli edifici pubblici fatta eccezione per le strutture sanitarie;
  6. divieto di spandimento dei liquami zootecnici, dei letami e dei materiali ad essi assimilati, come definiti dall'art. 2, comma 1, lettera r) del regolamento regionale 10/R/2007, e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe. Sono assimilati ai liquami zootecnici, ai sensi dell'art. 2, comma 1, lettera s) del regolamento 10/R/2007, i digestati tal quali e le frazioni chiarificate dei digestati. Sono, tuttavia, ammesse in deroga le seguenti tecniche di spandimento:
    • distribuzioni svolte con interramento immediato, contestuale alla distribuzione;
    • iniezione profonda (solchi chiusi);
    • sulle sole superfici inerbite (prati avvicendati e permanenti) spandimento a bande, applicando una delle seguenti tecniche:
      • spandimento a raso in strisce;
      • spandimento con scarificazione
  7. divieto di distribuzione di fertilizzanti, ammendanti e correttivi contenenti azoto di cui al d.lgs. 75/2010, fatte salve le distribuzioni svolte con interramento immediato, contestuale alla distribuzione;
  8. potenziamento dei controlli con particolare riguardo a rispetto divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

Allerta di 2° Livello - colore “ROSSO”:

In aggiunta ai provvedimenti indicati all'allerta di 1° livello:

  1. divieto di circolazione veicolare dei veicoli commerciali (categorie N1, N2, N3) con omologazione uguale a EURO 1, 2, 3 e 4 diesel, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, il sabato e nei giorni festivi;
  2. divieto di circolazione veicolare dei veicoli commerciali (categorie N1, N2, N3) con omologazione uguale ad EURO 5 diesel, dalle ore 8:30 alle ore 12:30, tutti i giorni.

L’attivazione delle soglie di allerta e delle conseguenti misure temporanee di limitazione delle emissioni è operativa dal 15 settembre di ogni anno al 15 aprile dell’anno successivo.

Veicoli esentati dalle limitazioni alla circolazione veicolare di cui ai precedenti punti

In conformità con quanto stabilito nell’Accordo di bacino Padano, sottoscritto a Bologna il 9 giugno 2017 dal Ministro dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare e dai Presidenti delle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, che aveva fatto salve "le eccezioni indispensabili", sono autorizzati alla circolazione veicolare “in deroga” i veicoli utilizzati per finalità di tipo pubblico o sociale (ad esempio forze dell’ordine, soccorso sanitario, pronto intervento), per il trasporto di portatori di handicap o di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili, i veicoli speciali definiti dall’art. 54 lett. f), g) e n) del Codice della Strada e sono fatte salve le disposizioni comunali vigenti relative alle Zone a Traffico Limitato (ZTL) e alle modalità di carico-scarico delle merci.

Limitazioni strutturali

A partire dal 1 marzo 2021, indipendentemente dal livello delle misure temporanee legate al semaforo antismog, sono attive le seguenti misure stabili di limitazione delle emissioni:

  1. divieto di circolazione, dalle ore 0:00 alle 24:00 di tutti i giorni (festivi compresi), di tutti i veicoli adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione inferiore o uguale a Euro 2, per i veicoli alimentati a benzina e per i veicoli dotati di motore diesel, e con omologazione inferiore o uguale a Euro 1, per i veicoli alimentati a GPL e metano;
  2. divieto di circolazione veicolare, dalle ore 8:30 alle 18:30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, dal 1 marzo 2021 al 15 aprile 2021 e dal 15 settembre 2021 al 15 aprile 2022, dei veicoli dotati di motore diesel adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a Euro 3 ed Euro 4; dal 15 settembre 2023, il divieto sarà esteso ai veicoli dotati di motore diesel adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a Euro 5;
  3. divieto di circolazione veicolare dalle ore 0:00 alle 24:00, di tutti i giorni (festivi compresi), dal 1 marzo 2021 al 15 aprile 2021 e dal 15 settembre 2021 al 15 aprile 2022, di tutti i ciclomotori e i motocicli adibiti al trasporto di persone o merci (categoria L1, L2, L3, L4, L5, L6, L7) con omologazione inferiore o uguale ad Euro 1;
  4. divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;
  5. obbligo di utilizzare nei generatori di calore a pellets, di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellets che siano realizzati con materiale vegetale prodotto dalla lavorazione esclusivamente meccanica di legno vergine e costituito da cortecce, segatura, trucioli, chips, refili e tondelli di legno vergine, di sughero vergine, granulati e cascami di legno vergine, non contaminati da inquinanti e sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato, nonché l’obbligo di conservazione della documentazione pertinente da parte dell’utilizzatore;
  6. divieto di abbruciamento di materiale vegetale, di cui all’art. 10, comma 2 della l.r. 15/2018, su tutto il territorio regionale, dal 1 marzo 2021 al 15 aprile 2021 e dal 15 settembre 2021 al 15 aprile 2022, ai sensi dell’ultimo periodo dell’art. 182, comma 6 bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale), ad eccezione unicamente delle deroghe conseguenti a situazioni di emergenza fitosanitaria disposte dalla competente autorità. Relativamente alla combustione delle paglie e delle stoppie del riso, il divieto di abbruciamento rimane valido a partire dall’1 settembre di ogni anno, su tutto il territorio regionale, fatte salve le aree risicole con suoli asfittici, in cui l’interramento delle paglie del riso non è agronomicamente possibile a causa della loro insufficiente degradazione, e per i soli casi in cui l’allontanamento dei residui colturali non risulti possibile.

Territorio interessato del Comune di Cuneo

Il territorio interessato dalle limitazioni alla circolazione veicolare è limitato ai centri abitati del Comune, così come definito dall’art. 3 comma 1 punto 8) del d.lgs 285/92, fatta eccezione per le seguenti strade principali di attraversamento e di accesso a parcheggi di attestamento o interscambio utilizzabili per facilitare l’accesso alle aree limitate:

  • Via del Bosco
  • Via del Passatore
  • Via San Bernardo
  • Via Rocca
  • Via Valle Po
  • Via Villafalletto
  • Via Torino
  • Via Bra
  • Via Castelletto Stura
  • Via Savona
  • Via Spinetta (limitatamente al centro abitato di Spinetta)
  • Via del Borgo Gesso
  • Via Bodrero
  • Circonvallazione Nord
  • Via Carle
  • Via Porta di Mondovì
  • Via Valle Maira
  • Via della Battaglia
  • Via del Fontanone
  • Lungostura John Fitzgerald Kennedy (tratto tra Corso Soleri e Discesa Bellavista)
  • Corso Guglielmo Marconi (tratto tra Circonvallazione Nord e ingresso parcheggio Piazza Boves)
  • Corso Francia
  • Corso Alcide De Gasperi
  • Via Cascina Colombaro (tratto tra Via degli Artigiani e Corso Gramsci)
  • Via degli Artigiani
  • Corso Gramsci
  • Viadotto Soleri
  • Piazzale della Libertà
  • Largo Edmondo de Amicis
  • Lungostura Ventiquattro Maggio

PRIMO PIANO | Tutte le news

RSS
14.06.2021 - Ambiente e Mobilità, Parco Fluviale

Un inizio d’estate a piedi nudi col Parco fluviale

Un inizio d’estate in punta di piedi…...

01.06.2021 - Ambiente

Aperto il nuovo Centro del Riuso a Cuneo

È attivo dal 31 maggio a Cuneo, in Via...

31.05.2021 - Trasporti, Ambiente e Mobilità

Chiusura ascensore inclinato per lavori di manutenzione

da martedì 8 giugno alle 17.30 e sino a...

27.05.2021 - Ambiente e Mobilità, Trasporti, Biciclette

Zona 30 del Quartiere San Paolo – Cuneo2

In attuazione dei piani della mobilità...

27.05.2021 - Ambiente e Mobilità, Parco Fluviale

“Aspettando l’estate” al Parco fluviale

In attesa dell’uscita del calendario...