Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / SIT - Cartografico / SIT / Sviluppi della cartografia

Sviluppi della cartografia

Link alla versione stampabile della pagina corrente

Nella nostra evoluzione culturale e scientifica il ruolo della cartografia è stata di immensa importanza nonché cassa di risonanza per le più moderne innovazioni scientifiche. In essa la richiesta di massima precisione e l’archiviazione di quanti più dati possibili richiede tutt’ora costanti sforzi tecnologici. Basti pensare alle moderne carte tridimensionali ottenute attraverso i rilevamenti satellitari oppure la possibilità di rilevare con sistemi GPS la propria posizione con precisione millimetrica; tutte tecnologie che fino a mezzo secolo fa erano inimmaginabili.

Ne consegue che questa disciplina necessita di applicazione scientifica non solo nel metodo ma anche nella capacità di sviluppare soluzioni tecniche che rispondano alle esigenze della materia la quale non può basarsi su metodi empirici ma necessita di applicazioni che solo un elevato sviluppo tecnologico può dare.

Il maggior impulso al suo sviluppo lo si è avuto dalla navigazione la cui esigenza primaria era quella di raggiungere mete distanti con rotte che non mettessero a rischio la mercanzia nonché le vite umane.

La cartografia diventa quindi un elemento essenziale nella nostra evoluzione sociale nonché culturale facilitando gli scambi ma quello che è più importante è che la cartografia diventa col passare dei secoli una cassa di risonanza delle più moderne innovazioni scientifiche, si pensi al fatto che nella cartografia entrano in gioco sistemi di misurazione laser, radar per telerilevamenti a microonde capaci oggi di vedere ben al di sotto della superficie terrestre e attraverso il mare, reti di satelliti per la determinazione del punto geografico e tanto altro ancora ma soprattutto elevate cognizioni di matematica e trigonometria superiore.

Diventa a questo punto corretto dire che la cartografia rispecchia il livello tecnologico raggiunto dalla nostra civiltà, e quindi sensata l’equazione cartografia=livello tecnologico.

Tornando allora indietro nel tempo, in periodi in cui la tecnologia era ancora rudimentale, la realizzazione delle carte geografiche avveniva con metodi basati su percezioni e ricostruzioni soggettive, su capacità artistiche e proprie personali interpretazioni.

Dapprima si trattave di copiare la terra, guardandola come agrimensori, oppure di misurarla rispetto al cielo, sempre tenendo ben saldi i piedi a terra o al massimo immaginando punti di vista virtuali collocati nello spazio. Con il passare del tempo il principale problema dello sviluppo di una superficie sferica (quella della terra) su una superficie piana (quella della carta) venne risolto attraverso soluzioni geometriche (proiezioni geometriche), in seguito sostituite dalle rigorose trattazioni matematiche (rappresentazioni analitiche) su cui si basano i principi delle proiezioni cartografiche.

Nell'ultimo secolo la cartografia diviene la ricostruzione in scala del globo, collocando il punto di osservazione lontano dalla terra. Le fotografie aeree prima e le immagini satellitari poi hanno permesso di avere immagini della terra come non ne abbiamo mai viste prima. Con l'avvio della visione aerea e satellitare è iniziato un lungo tragitto che ha portato alla piena osservazione dello spazio che ci circonda e si è definitivamente messa da parte una certa fantasia interpretativa.

Nonostante questo le richieste di rappresentazione cartografica stanno enormemente aumentando e le ragioni di questo aumento solo legate ai molteplici impieghi delle carte tematiche. Infatti la cartografia più diffusa non rappresenta solo più i luoghi, gli spazi e le distanze, ma unitamente a questi dati essenziali, vengono rappresentati dati e informazioni di ogni genere.

Perchè la produzione della cartografia tematica è sempre più diffusa? La risposta a questa domanda sta nel legame che si è instaurato negli ultimi venti anni tra gli strumenti dell'Information Technology e la cartografia. 

PRIMO PIANO | Tutte le news

RSS
12.04.2021 - Ambiente e Mobilità, Parco Fluviale

Avviso per manifestazione di interesse indirizzata a aziende e soggetti che intendano collaborare con il Parco fluviale Gesso e Stura

Il Parco fluviale Gesso e Stura intende...

02.04.2021 - Protezione Civile - Difesa del suolo, URP, #Emergenza Coronavirus

#EmergenzaCoronavirus. Per gli Over 70 è attivo il servizio di assistenza nella pre-adesione per il vaccino anti-Covid chiamando lo Sportello Unico del Cittadino

A Cuneo ad oggi sono quasi 5000 i...

02.04.2021 - Ambiente e Mobilità, Parco Fluviale

Novità in vista al Parco fluviale, con due nuove strutture pronte

La primavera porterà con sé molte...

31.03.2021 - Ambiente e Mobilità, Ambiente, Parco Fluviale

In partenza il corso di formazione su outdoor education per riscoprire l’importanza della natura anche in ambito educativo

Educare in natura: a spasso con i...