Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

19.01.2015 - Protezione Civile - Difesa del suolo

Cinquemila ore di servizio nel 2014 per i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile

Il 2014 si è chiuso con un risultato davvero importante per i volontari del Gruppo Comunale Protezione Civile di Cuneo, che, dopo un’intensa attività di perlustrazione nelle campagne, hanno contribuito in prima persona al ritrovamento del ragazzo di sedici anni scomparso a Carrù, che dopo un paio di giorni di paura è stato rintracciato sano e salvo. Ma questa è stata solo una delle operazioni in cui sono stati coinvolti i 46 volontari del Gruppo Comunale della Protezione Civile di Cuneo, che nelle loro 5.000 ore complessive di servizio nel corso del 2014 hanno svolto sul territorio e a servizio della comunità molte attività di vario genere, tutte volte a promuovere la salvaguardia e tutelare l’integrità del primo e ad assicurare la sicurezza della seconda.

Una delle attività che annualmente il Gruppo svolge con costanza e dedizione, per tutto il corso dell’anno, è quella di pulizia, monitoraggio e messa in sicurezza della fascia fluviale del territorio del Comune di Cuneo che, per le sue particolari condizioni morfologiche, è uno degli ambiti più delicati e critici dell’intera area, che per questo motivo necessita di maggior attenzione e controllo. Inoltre, il Gruppo Comunale si è preso in carico la pulizia ed il monitoraggio della pista ciclabile della confluenza, su cui ha effettuato costanti interventi di pulizia e sistemazione della vegetazione.

Il Gruppo ha poi collaborato con il Coordinamento Provinciale nella realizzazione di tutta una serie di attività e operazioni portate avanti sia sul territorio che nella sede centrale di Fossano, con turni di presidio, prove di allestimento ospedale da campo, lavori e manutenzioni, e con altri gruppi di volontari, come nell’esercitazione “Tanaro Amico” che si è svolta a Nucetto. Non vanno poi dimenticate le varie operazioni programmatiche e di routine, calendarizzate come formazione ed esercitazione ma altrettanto importanti per la sicurezza.

Impegno importante, infine, quello in occasione dell’emergenza alluvione a Cassano Spinola nell’alessandrino, lo scorso ottobre, nel corso del quale i volontari del gruppo cuneese hanno portato il loro aiuto alle popolazioni colpite.

Decisamente di minor criticità ma altrettanto preziose le collaborazioni in occasione di manifestazioni ed eventi, come la colletta alimentare, la Stracôni o la Fausto Coppi. Altrettanto preziosi i momenti di sensibilizzazione concreta, specialmente nei confronti del mondo giovanile, come la partecipazione a “Puliamo il Parco”, in collaborazione con il Parco fluviale Gesso e Stura, che ogni anno ad ottobre vede un gruppo di classi delle scuole superiori cuneesi impegnate in un’operazione di pulizia approfondita di alcune zone del Parco, quest’anno nella zona dell’area relax sotto il Santuario degli Angeli. Per concludere, vanno citati i corsi di aggiornamento e le attività di formazione, oltre alle esercitazioni con il Coordinamento Provinciale, che permettono di mantenere alto il livello di attenzione e preparazione all’emergenza.

A contribuire e sostenere le attività del gruppo comunale dei volontari è arrivato quest’anno l’aiuto concreto di alcune aziende del territorio, come il Consorzio Agrario delle Provincie del Nord Ovest, che ha donato una motofalciatrice utilizzata nel corso delle attività di pulizia, Massucco Roberto Utensileria che ha voluto regalare al gruppo una dotazione di felpe e Armando Citroen che ha fornito le t-shirt. Tutti gesti concreti che facilitano e rendono più agevole il lavoro quotidiano dei volontari sul territorio e per cui il Gruppo Comunale vuole ringraziare di cuore le tre aziende.

“I volontari svolgono un’attività preziosa per il nostro Comune e per tutta la cittadinanza. Un lavoro silenzioso e discreto, che nella maggior parte dei casi rimane nell’ombra, ma non per questo è meno importante, anzi. I fatti di questi anni ci hanno più di una volta ricordato quanto siano necessarie le attività di prevenzione, per arrivare attrezzati e fronteggiare al meglio le emergenze. Ma la protezione civile non è solo questo, anche se forse è la prima attività che ci viene in mente quando la sentiamo nominare. Non dimentichiamoci che è anche monitoraggio e tutela dell’ambiente, costante e continua. Per questo a tutti i volontari va il nostro più sentito grazie, che siamo certi sia anche quello di tutta la città” hanno detto il Sindaco Federico Borgna, responsabile unico del gruppo con prerogativa di nominarne il coordinatore, e l’Assessore alla Protezione Civile Davide Dalmasso, durante un momento conviviale che ha chiuso il 2014 ed ha visto la consegna dei consueti riconoscimenti a coloro che sono stati più presenti nel corso dell’anno.