Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Socio Educativo / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente
Manifesto una scelta in comune

Foto dello sportello dell’Anagrafe con la locandina della campagna di comunicazione “Una scelta in Comune”

04.05.2015 - Socio Educativo, Anagrafe

Da oggi possibile dichiarare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti

Il Comune di Cuneo, con la collaborazione del Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti e delle Associazioni di volontariato presenti sul territorio, ha attivato la registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti, attuando così la normativa di legge in materia di trapianti (legge 98/2013) secondo la quale  “i Comuni devono trasmettere i dati relativi al consenso o al diniego alla donazione degli organi al Sistema informativo trapianti”.

A partire da oggi, lunedì 4 maggio, a tutti cittadini maggiorenni che si presentano agli sportelli dell’Ufficio Anagrafe per il rilascio o il rinnovo della carta d’identità  sarà richiesto se intendono registrare la propria volontà, esprimendo il consenso o il diniego e firmando un apposito modulo.
La scelta effettuata sarà inserita nel database del Ministero della Salute, che permette ai medici del Coordinamento di consultare, in caso di possibile donazione, la dichiarazione di volontà di un individuo.
[Si precisa che la decisione è modificabile in qualsiasi momento, recandosi presso la ASL di competenza. Secondo quanto previsto dalla normativa vigente si considera infatti valida, ai fini della donazione, l’ultima volontà manifestata in ordine temporale.]

«Si tratta dell’applicazione di una legge del 2013 – commenta l’Assessore alle Politiche sociali Maria Gabriella Aragno – che vede il nostro comune tra quelle poche decine  di Città italiane che hanno sinora intrapreso percorsi simili; anche in Piemonte siamo tra i primi Comuni di una certa dimensione ad attivarci; mi auguro che altri seguano presto  i nostri percorsi».

Le fa eco il Sindaco (e Assessore ai Servizi demografici) Federico Borgna: «È un momento importante di un processo di umanità che da sempre caratterizza un territorio tradizionalmente aperto e sensibile agli “altri”; non posso che ringraziare anche le locali associazioni di volontariato che, insieme ai nostri uffici, accompagnano i cittadini in questo percorso».

Condividi |