Menu di scelta rapida
Sei in: Home / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

05.12.2019 - Socio Educativo

Esiti del processo di analisi dei bisogni e di consultazione della cittadinanza promosso dal Tavolo Ben-essere

Il Tavolo Benessere è stato costituito a gennaio 2019 su iniziativa dell’Assessorato ai Servizi educativi, scolastici e per la terza età e delega per le iniziative sul ben-essere. Il tavolo, composto da 13 soggetti che, per posizione lavorativa o impegno civile e sociale, possono essere considerati degli osservatori privilegiati in uno o più ambiti corrispondenti alle dimensioni del Benessere Equo e Sostenibile (BES), è stato accompagnato dall’Istituto di ricerca e formazione Eclectica di Torino, in un processo di analisi dei bisogni e di ascolto della cittadinanza, finalizzato in particolare a sostenere l’Amministrazione nell’adozione della filosofia della “Salute in tutte le politiche” e a proporre linee di intervento e iniziative volte a favorire il benessere dei cittadini.

A tale scopo sono stati realizzati: un’analisi di fonti secondarie, finalizzata a ottenere una fotografia del BES del Comune di Cuneo sulla base dei dati esistenti; un workshop o Laboratorio cittadino, condotto con metodi partecipati, che ha coinvolto 70 cittadini; un questionario online cui hanno risposto 772 cittadini appartenenti a diverse fasce di età (12,8% fino a 25 anni, 25,9% tra 26 e 39 anni, 46,4% tra 40 e 64 anni, 14,9% oltre 65 anni), in prevalenza donne (57,9%).

I risultati del questionario confermano i dati decisamente positivi delle fonti secondarie (prima fra tutte l’IRES Piemonte) che vedono la città di Cuneo ai primi posti nella graduatoria regionale per diversi indicatori del BES, in particolare quelli economici e relativi al mercato del lavoro. In generale si rileva un’elevata soddisfazione dei cittadini per la propria qualità di vita: il 72,8% è soddisfatto per la situazione economica, il 91,2% per la salute, il 92,9% per le relazioni familiari. Anche la soddisfazione per i servizi è in generale molto elevata: le risposte positive superano quelle negative per quasi tutti i tipi di servizi, e, nella maggior parte di essi, con una differenza marcata. Con quasi il 90% di risposte positive, i servizi sanitari e la scuola primaria di primo grado risultano essere quelli più apprezzati. Di conseguenza l’82,4% dei rispondenti è soddisfatto di abitare a Cuneo, di cui si apprezzano soprattutto le dimensioni a misura d’uomo e il patrimonio ambientale, mentre tra i problemi più sentiti vi sono la mobilità e la sicurezza stradale. Tuttavia i risultati mostrano delle differenze intergenerazionali significative: i più soddisfatti sono decisamente gli anziani over 65, le cui rispose “molto soddisfatto” salgono addirittura al 67%, contro percentuali che oscillano tra il 34% e il 37% nelle altre fasce di età. I giovani (under 25) e i giovani adulti (26-39 anni) sono anche i meno soddisfatti della propria situazione economica e della qualità del proprio tempo libero. Il risultato riflette una situazione generalizzata in Italia dove le nuove generazioni sono penalizzate rispetto alle opportunità di reddito e gli adulti sono schiacciati dal lavoro di cura che spesso è duplice, verso i figli e i genitori anziani, lasciando così poco spazio per il tempo libero personale. I giovani inoltre lamentano una carenza di spazi e di eventi culturali di rilievo dedicati alla loro fascia di età. 

I bisogni emersi nel Laboratorio Cittadino, durante il quale sono state raccolte proposte per migliorare il benessere dei cittadini di diverse fasce di età, sono coerenti con i risultati del questionario. Sulla base di una lettura trasversale dei dati tratti dalle diverse fonti, il Tavolo ben-essere ha individuato quattro azioni prioritarie, intese come linee di indirizzo per le politiche cittadine:

  1. Dare spazio e opportunità ai giovani, in particolare attraverso un loro maggiore coinvolgimento nella programmazione politica, soprattutto in tema di cultura, tempo libero e trasporti.
  2. Incrementare le politiche di conciliazione dei tempi di lavoro, sia sperimentando forme organizzative più flessibili nel settore pubblico e privato, che promuovendo azioni di sostegno alla genitorialità e all’invecchiamento attivo, in modo che gli adulti care-giver siano sostenuti e aiutati.
  3. Proseguire nella direzione di una città verde con una mobilità sostenibile, in particolare potenziando la rete delle piste ciclabili verso i comuni limitrofi e mettendo in sicurezza quelle già esistenti, così come i percorsi pedonali.
  4. Aumentare l’informazione dei cittadini migliorando la comunicazione su bisogni e preoccupazioni non sostenuti dai dati oggettivi (insicurezza percepita; bisogno di maggiori prestazioni sanitarie; stereotipi sugli stranieri) e sulle ragioni a sostegno di alcune scelte politiche, al fine di andare oltre la contrapposizione ideologica.  

Un lavoro dettagliato e condiviso di ascolto della città che non era mai stato fatto prima – commentano il Sindaco Federico Borgna e l’Assessora con deleghe al Benessere Franca Giordano -. Come già sottolineato nel programma elettorale, per rilevare la percezione che i cuneesi hanno della nostra città era importante mettere in campo un’indagine dei bisogni che interessasse tutte le fasce della popolazione e che andasse oltre ai dati contenuti nelle statistiche ufficiali. Da questo confronto sono emerse quattro macro priorità ed è su queste che si concentrerà li nostro lavoro futuro. Per proseguire in questa direzione, dal prossimo anno saranno attivati nuovi tavoli di confronto con altri attori del territorio per condividere proposte e idee per rispondere in modo puntuale ai bisogni emersi”.

Tutti i report di dettaglio prodotti nel corso del processo partecipato sono disponibili sul sito del comune di Cuneo (http://www.comune.cuneo.it/en/socio-educativo/tavolo-ben-essere.html)

Condividi |  

Ultimi 7 giorni

Ricerca avanzata News