Menu di scelta rapida
Sei in: Home / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

26.07.2018 - Europe Direct

L’Unione Europea all’opera per aiutare Grecia, Svezia e Lettonia nella lotta agli incendi

Con la terribile tragedia in corso in Grecia, Svezia e Lettonia, il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze della Commissione lavora 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

La Grecia ha chiesto l'assistenza dell'Unione europea attivando il meccanismo di protezione civile dell'UE, grazie al quale Cipro, la Spagna e la Bulgaria hanno prontamente offerto l’assistenza concreta con mezzi aerei antincendio, vigili del fuoco, medici e veicoli.

Per quanto riguarda la Svezia, continua il sostegno dell'UE e dei mezzi aerei antincendio, dei vigili del fuoco e dei veicoli operativi nelle zone colpite. 

In Lettonia è stato attivato il sistema di mappatura satellitare Copernicus per assistere le autorità nazionali a mappare le zone a rischio emergenza.

La Commissione europea ha proposto di potenziare la protezione civile dell'UE mediante rescEU così da garantire le migliori condizioni per reagire in caso di più catastrofi negli Stati membri.

Cos'è il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze?

Il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze (ERCC), che opera all'interno del dipartimento per la protezione civile e gli aiuti umanitari della Commissione europea, è stato istituito per sostenere una risposta coordinata e più rapida ai disastri interni ed esterni all'Europa utilizzando risorse provenienti dai paesi che partecipano alla protezione civile UE. L'ERCC sostituisce e aggiorna le funzioni del precedente Centro di monitoraggio e informazione (MIC).

Cos’è il meccanismo di protezione civile dell’UE?

Creato nel 2001, lavora per la cooperazione tra servizi di Protezione Civile europei. Attualmente il meccanismo include tutti i 28 stati EU inclusa Islanda, Montenegro, Norvegia, Serbia e la Ex Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, Macedonia e Turchia.

Il Meccanismo è stato creato per rendere possibile un’assistenza coordinata da parte degli Stati partecipanti per l’assistenza alle vittime di disastri naturali o di natura umana in Europa e nel mondo.

Cos’è rescUE?

La proposta rappresenta una parte centrale del programma del Presidente Juncker "Un'Europa che protegge". L’iniziativa arriva alla luce dei numerosi disastri naturali in Europa negli ultimi anni. Si tratta di una serie di servizi ad opera della protezione civile tra i quali aerei da combattimento forestali, pompe speciali per l'acqua, soccorso urbano, ospedali da campo e squadre mediche di emergenza.

Queste azioni integreranno quelle nazionali e saranno gestite dalla Commissione europea al fine di sostenere i Paesi colpiti da disastri quali inondazioni, incendi boschivi, terremoti ed epidemie. Solo nel 2017, oltre 200 persone sono state uccise da disastri naturali in Europa e oltre un milione di ettari di foresta sono stati distrutti.

 

Per saperne di più clicca qui

Per conoscere il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze clicca qui

Per saperne di più sul meccanismo di protezione civile dell’UE clicca qui

Per saperne di più di rescUE clicca qui

 

Condividi |  

Ultimi 7 giorni

Ricerca avanzata News