Menu di scelta rapida
Sei in: Home / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

19.07.2018 - Europe Direct

Superato l’obiettivo di investimento di 315 miliardi di euro del Piano Juncker

È stato rispettato l’impegno di mobilitare 315 miliardi di euro in investimenti supplementari nell’ambito del piano di investimenti per l’Europa (il Piano Juncker). Nel 2015, infatti, la Commissione europea e il Gruppo Banca europea per gli investimenti (Gruppo BEI) hanno avviato il FEIS, il Fondo europeo per gli investimenti strategici, che costituisce il fulcro dell’offensiva sugli investimenti del Presidente Juncker in grado di mobilitare 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati in tutta l’Unione europea.

L’operazione ha addirittura superato le aspettative approvando 898 operazioni che genereranno 335 miliardi di euro in investimenti nei 28 Stati membri dell’UE con circa 700.000 piccole e medie imprese che dovrebbero beneficiare di un migliore accesso ai finanziamenti. Due terzi dei 335 miliardi di euro generati provengono da risorse private, il che significa che è stato raggiunto anche l’obiettivo di mobilitare gli investimenti privati.

Le operazioni del FEIS hanno già sostenuto oltre 750.000 posti di lavoro, e fatto crescere il PIL dell’UE dello 0,6%. L’impatto maggiore di queste operazioni si è registrato in paesi che sono stati maggiormente colpiti dalla crisi, ossia Cipro, Grecia, Irlanda, Italia, Portogallo e Spagna, dove l’impatto in termini di investimenti diretti è stato particolarmente elevato.

I progetti sostenuti dal FEIS sono altamente innovativi, intrapresi da piccole imprese prive di storia creditizia, o raggruppano esigenze infrastrutturali più piccole per settore e zona geografica. È importante segnalare che il piano Juncker consente alla BEI anche di approvare un numero maggiore di progetti rispetto a quanto sarebbe possibile senza il sostegno della garanzia del bilancio dell’UE e di raggiungere nuovi clienti: tre su quattro dei destinatari del sostegno del FEIS sono infatti nuovi clienti della banca. Ciò dimostra che il piano Juncker ha creato un reale valore aggiunto.

Visto il successo del FEIS il Parlamento europeo e il Consiglio hanno concordato di prorogarne la durata e di potenziarne la capacità, portandola a 500 miliardi di euro entro la fine del 2020.

Per leggere la scheda informativa sul piano Juncker clicca qui

Per leggere le schede informative per paese e per settore clicca qui

Per consultare l’elenco completo dei progetti FEIS della BEI clicca qui

Per consultare il sito web del piano Juncker clicca qui

 

Condividi |  

Ultimi 7 giorni

Ricerca avanzata News