Menu di scelta rapida

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

29.11.2019 - Europe Direct

Quo vadis, Europa? Appuntamento a Saluzzo il 3 dicembre

Il 9 maggio dell’anno prossimo ricorrerà il settantesimo anniversario della celebre Dichiarazione con la quale l’allora ministro degli Esteri francese, Robert Schuman, propose la creazione di una Comunità europea i cui membri mettessero in comune le proprie produzioni di carbone e acciaio. Fu la prima tappa di un lungo - e non sempre facile - percorso di integrazione europea, intrapreso da sei Stati che ancora portavano i segni dei terribili conflitti fratricidi che li avevano visti opposti nei decenni precedenti.

Da allora, molta strada è stata fatta, ma molta resta ancora da fare: all’interno dell’Europa si agitano impulsi nazional-populistici che espongono a rischi crescenti le nostre democrazie, rivelatesi fragili dinanzi alle conseguenze dell’ultima crisi economica e tutt’ora alle prese con le sfide poste da un mondo del lavoro in continua trasformazione e dalla necessità di promuovere politiche ambientali incisive e tempestive;  ai confini dell’Europa, la crisi del multilateralismo, i conflitti e le tentazioni egemoniche di numerosi attori internazionali pongono seri rischi per la nostra sicurezza. 

Che cosa farà da grande questa piccola Europa?” è l'interrogativo cui proveremo a rispondere nell’incontro promosso da Europe Direct Cuneo Piemonte area sud ovest e APICE - Associazione per l’Incontro delle Culture in Europa, con il patrocinio della Città di Saluzzo, martedì 3 dicembre, alle 18.00, presso la Fondazione Bertoni – Sala Degli Specchi in Piazza Montebello,1 a Saluzzo.

 

Sono benvenuti tutti i cittadini d’Europa di ogni nazionalità, opinione e colore.

Condividi |