Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / Protezione Civile - Difesa del suolo / Protezione Civile / Sistema comunale di Protezione Civile

Sistema comunale di Protezione Civile

Link alla versione stampabile della pagina corrente

Centro Operativo Comunale (C.O.C.)

Il Sindaco, per adempiere alle proprie funzioni, si deve avvalere innanzitutto del Centro Operativo Comunale (C.O.C.), che ha sede presso il Settore Promozione e Sviluppo Sostenibile del Territorio in Piazza Torino, 1.

Il ruolo del Sindaco all'interno della struttura comunale di Protezione Civile si può infine riassumere mediante lo schema riportato nella figura seguente.

Schema di organizzazione della Protezione Civile Comunale

Comitato Comunale di Protezione Civile

È il massimo organo di coordinamento delle attività di Protezione Civile a livello comunale (Legge Regionale n. 7 del 14 aprile 2003 e D.P.G.R. n. 8-R del 18 ottobre 2004), con funzioni propositive e consultive di carattere tecnico – pratico, di cui si avvale il Sindaco per l’espletamento delle sue attribuzioni nelle attività di previsione e negli interventi di prevenzione dei rischi, nell'adozione di tutti i provvedimenti necessari ad assicurare i primi soccorsi in caso di eventi calamitosi in ambito comunale e per l’adozione del Piano Comunale di Emergenza.

Il Comitato è presieduto dal Sindaco nella sua qualità di Autorità locale di protezione civile o, in sua vece, dall'Assessore delegato, ed è composto dagli Assessori della Giunta Comunale, dal Segretario Generale, dal Dirigente del Settore all'interno del quale è collocato il Servizio di Protezione Civile e dal Responsabile del Servizio Protezione Civile.

E' facoltà del Sindaco chiamare di volta in volta a partecipare ai lavori del Comitato, in qualità di membri aggiuntivi, i rappresentanti di enti, organismi istituzionali, gruppi ed associazioni dei volontari ed ogni altra figura che venga ritenuta idonea in relazione agli argomenti da trattare. Il Sindaco, per lo studio di problemi specifici o per l'espletamento dei compiti assegnati al Comune, può costituire, di volta in volta, gruppi di lavoro ristretti, composti da componenti del Comitato stesso, che possono essere integrati a seconda delle necessità, da componenti esperti esterni al Comitato stesso.

Sala Operativa

È la struttura fisica, nell'ambito del Centro Operativo Comunale, che consente di gestire tecnicamente l’emergenza, soprattutto nelle sue fasi iniziali, in cui sono privilegiate le operazioni di soccorso e le attività di assistenza.

Ha la sua sede presso il Settore Promozione e Sviluppo Sostenibile del Territorio in Piazza Torino, 1.

La struttura in oggetto dispone inoltre di una sala radio attrezzata in un locale distinto e dotata di:

  • rete regionale radio “Emercom.Net” dedicata alle comunicazioni di emergenza di protezione civile fra le strutture impegnate nella gestione delle emergenze;
  • stazione base del sistema radio in dotazione al Gruppo Comunale di Volontari di Protezione Civile, che è costituito da altre 3 stazioni mobili installate sui mezzi a disposizione del Servizio di Protezione Civile e da 18 ricetrasmittenti portatili;
  • stazione radio, gestita dall'Associazione Radioamatori Italiani, e costituita da 3 apparati radio che operano in modalità di frequenza VHF e UHF.
Sala del Centro Operativo Comunale

Unità di Crisi comunale

È l’organo di coordinamento tecnico di cui si avvale il Sindaco per la direzione unitaria ed il coordinamento dei servizi di soccorso alla popolazione colpita.

Si costituisce, su convocazione del Sindaco e per il tramite dell’Ufficio Comunale di Protezione Civile, presso la Sala Operativa del C.O.C., ubicata presso il Settore Promozione e Sviluppo Sostenibile del Territorio in Piazza Torino, 1. È strutturata secondo le cosiddette Funzioni di Supporto comunali in modo da poter raggiungere due distinti obiettivi, e cioè di individuare, in emergenza, dei Responsabili per ogni Funzione che ne coordinino gli interventi all'interno della Sala Operativa, e di garantire, in situazione ordinaria, il continuo aggiornamento dei dati e delle procedure del Piano Comunale di Protezione Civile.

L’Unità di Crisi comunale, presieduta dal Sindaco, o dall'Assessore delegato alla Protezione Civile, e coordinata dal Responsabile dell’Ufficio Comunale di Protezione Civile, si configura secondo dieci Funzioni di Supporto:

  1. Coordinamento e Pianificazione
  2. Assistenza Sanitaria e Veterinaria
  3. Volontariato
  4. Materiali e Mezzi
  5. Servizi essenziali e Reti tecnologiche
  6. Servizio reperibilità / Censimento danni a persone e cose
  7. Strutture Operative locali e Viabilità
  8. Mass media - informazione
  9. Assistenza alla popolazione ed Attività scolastica
  10. Amministrativa

Inizialmente il Responsabile dell’Ufficio Comunale di Protezione Civile si fa carico di tutti i compiti delle varie Funzioni di Supporto. A mano a mano che i Responsabili delle Funzioni giungono alla Sala Operativa del C.O.C., il Responsabile dell’Ufficio Comunale di Protezione Civile trasferisce a loro le incombenze, ragguagliandoli sull'evoluzione dell’evento calamitoso.

Ufficio Comunale di Protezione Civile

È la struttura operativa a carattere permanente, istituita dal Comune di Cuneo nell'aprile del 1999, con a capo il Sindaco, che ne cura l’attività attraverso un Responsabile da lui nominato.

Tale Ufficio opera in stretta collaborazione con tutti gli altri Uffici dell’Amministrazione Comunale che gli offrono, ognuno nei limiti delle proprie competenze, il supporto necessario affinché svolga sia attività di programmazione, con l’attuazione delle attività di previsione e degli interventi di prevenzione dei rischi e con l’adozione dei connessi provvedimenti amministrativi, sia attività di pianificazione, con la predisposizione e l’aggiornamento del Piano Comunale di Protezione Civile. In situazione di emergenza l’Ufficio Comunale di Protezione Civile diviene il fulcro delle attività di soccorso e di intervento, cui fanno riferimento tutti gli altri Uffici comunali.

Ha la sua sede presso il Settore Promozione e Sviluppo Sostenibile del Territorio in Piazza Torino, 1.

Infine tale Ufficio deve essere costantemente in contatto, attraverso dei referenti, con personale appartenente a strutture esterne al Comune, come Ufficio Territoriale del Governo, Provincia di Cuneo, Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Associazioni di Volontariato, Strutture Sanitarie, Gestori di servizi essenziali (energia elettrica, telefonia fissa e mobile, acquedotto, fognatura, …), ecc.

Gruppo Comunale di Volontari di Protezione Civile

Il volontariato costituisce una componente essenziale dell’organizzazione locale dei servizi di Protezione Civile per l’insostituibile azione di supporto e di integrazione nelle attività di previsione, prevenzione e soccorso svolte dalle strutture comunali.

I principali compiti delle organizzazioni di volontariato, negli scenari di rischio ipotizzati sul territorio comunale, possono essere riassunti in attività di:

  • monitoraggio corsi d’acqua ed aree soggette a dissesti geomorfologici;
  • allertamento della popolazione;
  • collaborazione nell'allestimento e nella gestione delle strutture di ricovero;
  • assistenza alla popolazione evacuata;
  • distribuzione di generi alimentari o di prima necessità;
  • rimozione di macerie;
  • reperimento di materiali, mezzi ed attrezzature;
  • collegamenti radio (con l’ausilio dell’Associazione Radioamatori Italiani).

PRIMO PIANO | Tutte le news

RSS
03.07.2020 - Ambiente, Lavori Pubblici, Polizia Municipale

Chiusura al transito di corso Marconi per indagine sullo stato di salute e di sicurezza dei cedri

Domenica 5 luglio, dalle ore 7 alle ore...

02.07.2020 - Ambiente

Distribuzione sacchetti per la raccolta differenziata dei rifiuti

AVVISO DEL CEC - Consorzio Ecologico...

26.06.2020 - Ambiente e Mobilità, Parco Fluviale

L’estate al Parco fluviale: in sicurezza e con tante proposte da vivere immersi nella natura

Dopo la riapertura della Casa del Fiume...

17.06.2020 - Ambiente e Mobilità

Riapertura ascensore inclinato

Si comunica che nella giornata odierna,...