Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

25.05.2020 - Protezione Civile - Difesa del suolo, Attività Produttive, #RipartenzaResponsabile

#RipartenzaResponsabile. Firmata l’Ordinanza con le nuove disposizioni per i mercati cittadini

Si è conclusa la riunione quotidiana del Centro Operativo Comunale. 

A Cuneo sono 346 le persone risultate positive al test del Coronavirus dall’inizio dell’emergenza, di cui purtroppo 53 decedute e 161 quelle guarite (dati aggiornati a sabato). Come dimostrano i numeri, l’emergenza non è finita. In questi ultimi giorni sono aumentate anche le nostre libertà personali, ma il graduale ritorno ad una “nuova normalità” richiede responsabilità da parte di ciascuno e grande attenzione al rispetto delle regole per il contenimento del contagio. 

Dopo la ripresa delle attività commerciali e di vendita al dettaglio, infatti, nel fine settimana hanno riaperto anche bar e ristoranti e domani a Cuneo tornerà anche il tradizionale mercato settimanale. Per garantire la riapertura in sicurezza dei mercati cittadini secondo le misure contenute nelle “Linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative” predisposte dalla Regione Piemonte, Amministrazione Comunale e associazioni di categoria hanno concordato alcune regole per evitare assembramenti ed assicurare il distanziamento interpersonale. 

Tutte le misure, insieme alle planimetrie delle aree mercatali, sono contenute nell’Ordinanza n. 270 firmata dal Sindaco Federico Borgna e pubblicata oggi sull’Albo Pretorio (qui il link: http://www.comune.cuneo.gov.it/portale/pratiche/dett_registri.php?id=68189).

Per quanto riguarda il mercato ordinario del martedì in Piazza Galimberti è prevista la delimitazione della piazza con il posizionamento di transenne e nastri, saranno consentiti due soli punti di ingresso e di uscita (sia sul lato prospiciente Corso Nizza, sia verso Via Roma) al fine di monitorare la situazione e prevedere limitazioni all’accesso della clientela qualora si rilevasse un eccessivo numero di persone sull’area mercatale. In collaborazione con la Polizia Municipale, gli ingressi saranno presidiati dai volontari della Protezione Civile del Comune e dell’Associazione Nazionale Alpini, dal Gruppo dei Finanzieri in pensione e dai volontari della Fiva. Varchi agli accessi verranno anche predisposti su Via Pascal e Via Bonelli (angolo Piazza Galimberti), Via Seminario (angolo Via Amedeo Rossi), Via Carlo Pascal (angolo Via Cesare Battisti). 

I banchi presenti sotto i portici di Piazza Galimberti verranno spostati sul marciapiede esterno. Lungo via Roma saranno vietati gli accessi pedonali all’area mercatale da Vicolo Cattedrale, Via Peveragno, Via Cacciatori delle Alpi, Vicolo Quattro Martiri, Via Fratelli Vaschetto e Via Armando Diaz.

Il mercato extra alimentare del venerdì in Piazza Seminario e il “Trovarobe” (mostra-mercato degli hobbisti in programma l’ultimo sabato di ogni mese) si svolgeranno provvisoriamente in Piazza Galimberti.  

Operatori e clienti dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina, sia nelle aree mercatali che nei luoghi di attesa per l’accesso.

Numeri utili e informazioni di servizio

Il numero unico 0171.44.44.44 è attivo nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.

Per le richieste dei Buoni Spesa è sempre operativo il numero telefonico 0171-444.700 (dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 17 e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30). Chi volesse contribuire ad aiutare le tante famiglie cuneesi che in questi giorni si stanno trovando in difficoltà nell’acquistare beni di prima necessità come cibo e farmaci, può farlo mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato al Comune di Cuneo, IBAN: IT 22 P 03111 10201 0 0000 0032346, indicando la seguente causale: “COVID-19 Solidarietà alimentare e Codice Fiscale”. 

Per rimanere aggiornati su informazioni e nuove disposizioni si ricorda che è possibile aderire al Servizio Sms della Protezione Civile, per iscriversi compilare il modulo pubblicato sul sito istituzionale.