Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente
un’immagine della Scuola Elementare di Madonna dell’Olmo

05.04.2018 - Ambiente e Mobilità

Un milione di euro per la Scuola Elementare “Gianni Rodari” di Madonna dell’Olmo

Un milione di euro per la riqualificazione e l’efficientamento energetico della Scuola Elementare “Gianni Rodari” di Madonna dell’Olmo. E’ il finanziamento che la Città di Cuneo ha vinto grazie ad un bando europeo dedicato all’edilizia scolastica che prevede lo stanziamento di risorse Por Fesr, forma di contributo già utilizzato in passato per realizzare i lavori del Pisu nel centro storico.

«Questo ulteriore finanziamento, ottenuto tramite il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, dimostra la grande professionalità acquisita dagli uffici tecnici comunali nel reperire risorse nuove per gli investimenti - commenta l’Assessore con delega ai Fabbricati Mauro Mantelli -. L'intervento sarà relativo a due aspetti fondamentali del programma di questa amministrazione: il diritto allo studio ed il risparmio energetico».

Il progetto prevede la riqualificazione energetica dell’edificio scolastico, risalente alla fine degli anni ’70, struttura che al piano semi-interrato ospita anche il Centro Incontri frazionale.

All’esterno verrà posato un sistema a cappotto termico e verranno sostituiti i vecchi serramenti con nuovi infissi ad alte prestazioni di isolamento energetico e dotati di vetrate di sicurezza. Per quanto riguarda la parte impiantistica, l’attuale centrale termica sarà rimpiazzata con una più moderna ed efficiente, verranno installate le valvole termostatiche sui radiatori e sostituiti i vecchi boiler con nuovi impianti a pompa di calore.

Il complesso degli interventi previsti permetterà di migliorare nettamente la classe energetica dell’edificio: dall’attuale classe G, la peggiore, a fine lavori si acquisirà una classe B.

L’appalto è previsto per la fine dell’anno; i lavori, da affidarsi a inizio 2019, si concluderanno entro la primavera del 2020.