Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

20.10.2016 - Ambiente

Ispettori ambientali a fianco della Polizia Locale per vigilare sul porta a porta

Da ottobre, dopo mesi di positiva sperimentazione, è definitivamente confermato il servizio di controllo svolto dagli ispettori ambientali, finalizzato a vigilare sul corretto conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini cuneesi.

L’idea nasce dalla collaborazione tra il Comune di Cuneo, il Consorzio Ecologico Cuneese e la ditta affidataria del servizio Docks Lanterna Spa, concordi sulla necessità di contrastare il fenomeno – purtroppo mai totalmente debellato – della mancata differenziazione dei rifiuti e del loro abbandono sul territorio, nonché di sensibilizzare sulle corrette modalità di svolgimento della raccolta porta a porta. 
“Una scelta fatta per combattere un atteggiamento incivile e dannoso per la Città e la collettività - commenta l’Assessore all’Ambiente Davide Dalmasso - al quale ci opponiamo fortemente, anche nel rispetto dei tanti cittadini che hanno capito l’importanza della raccolta e si impegnano a conferire nel modo corretto”.
“Gli ispettori ambientali del Consorzio Ecologico Cuneese - dichiara il Presidente Pier Giacomo Quiriti - accerteranno e contesteranno i comportamenti poco virtuosi che, sebbene tenuti da una piccola parte di cittadini, si ripercuotono ingiustamente su tutti”.

Gli ispettori ambientali, dipendenti del Consorzio e della Docks, a seguito di un percorso formativo specifico hanno ricevuto la nomina ufficiale dal Sindaco Federico Borgna ed agiranno secondo le direttive del Settore Ambiente e Territorio e della Polizia Locale. Attualmente sono nove e nell’esercizio delle loro funzioni rivestiranno la qualifica di pubblico ufficiale. Daranno supporto agli operatori della Polizia Locale, occupandosi quotidianamente sia dei controlli sull’errato conferimento o abbandono di rifiuti, sia della contestazione delle violazioni ai trasgressori, in linea con quanto previsto dal Regolamento Comunale. Le operazioni di controllo svolte sul territorio saranno di due tipi. Un primo tipo, in stretta collaborazione con la Polizia Locale, utilizzerà la videosorveglianza, col posizionamento di telecamere nei punti più critici della città. Un secondo tipo, più tradizionale, comporterà costanti ispezioni su tutto il territorio, in particolare nelle zone oggetto di segnalazione da parte sia degli addetti alla raccolta, sia dei cittadini più attenti al decoro, che sono ovviamente invitati a comunicare le situazioni sgradevoli. 

I cittadini che “non aderiscono” alla raccolta, abbandonando anonimi sacchetti nei cestini gettacarta o a bordo strada, non pensino di farla franca a lungo. Le indagini di questo tipo svolte dalla Polizia Locale nel 2016 hanno portato nella quasi totalità dei casi all’individuazione del trasgressore, punito ai sensi di legge. Ed ora che buona parte degli illeciti saranno contrastati dagli ispettori ambientali, l’attività d’indagine della Locale sarà di ancor più ampio respiro.

Le violazioni in materia di raccolta dei rifiuti previste dal Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti solidi urbani ed assimilati, del 22 febbraio 2016, comportano sanzioni amministrative fino a 300 euro. Altre fattispecie più gravi, quali l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti, sono punite con maggior severità sia dal Testo Unico Ambientale, sia dal Codice Penale.

I cittadini di Cuneo hanno a disposizione il numero telefonico gratuito del CEC, 800.654.300 (dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 16.30, il venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12) da chiamare per ogni segnalazione. Allo stesso numero ci si potrà rivolgere per prenotare comodamente il ritiro dei rifiuti ingombranti.