Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

01.02.2012 - Protezione Civile - Difesa del suolo

Si conclude un 2011 molto intenso per i volontari del Gruppo Comunale della Protezione Civile

È stato un anno intenso quello dei volontari del Gruppo Comunale della Protezione Civile di Cuneo: 45 quelli che hanno prestato il loro servizio nel corso dell’anno appena concluso, per un totale di 3900 ore.
Un 2011 che si è aperto con l’inaugurazione, lo scorso maggio, della nuova sede, in località Tetto Garetto, di proprietà della Società “AGC Flat Glass Italia”, che è stata concessa in comodato gratuito all’Amministrazione comunale e che è stata oggetto di lavori di ristrutturazione e adeguamento degli impianti e da maggio è completamente operativa ed è divenuta la base del prezioso lavoro di questo corpo di volontari, fortemente impegnato nelle attività di prevenzione e di emergenza sul territorio del Comune.

Un esempio per tutti l’evento alluvionale dello scorso inizio novembre, quando i volontari sono stati massicciamente impegnati sul territorio in una continua opera di controllo e monitoraggio della situazione, specialmente nelle zone di maggior criticità in prossimità dei fiumi. “Un operato che si è rivelato determinante per una buona gestione dell’allerta e per garantire la sicurezza ai cittadini”, come ha voluto sottolineare il Sindaco ad emergenze rientrata.
Ma, al di là delle emergenze, sono molte altre le attività che i volontari portano avanti durante l’anno, in modo tale da arrivare preparati alle situazioni di emergenza.
Anzitutto la determinante collaborazione durante le manifestazioni e gli eventi organizzati dal Comune di Cuneo, poi la partecipazione e organizzazione di attività di formazione e corsi di aggiornamento e le esercitazioni di protezione civile con il Coordinamento Provinciale. Non ultime la partecipazione alla spedizione in Liguria in occasione dell’emergenza alluvione, insieme al Coordinamento Provinciale, e il decisivo contributo alla sistemazione della nuova sede.

Condividi |