Menu di scelta rapida
Sei in: Home / Ambiente, Mobilità e Protezione Civile / News / Dettaglio

News

Link alla versione stampabile della pagina corrente

31.10.2011 - Parco Fluviale

Domenica il Parco fluviale propone un trekking per festeggiare la Giornata Nazionale dell'Albero

Il Parco fluviale Gesso e Stura festeggia la Giornata Nazionale dell’Albero con un trekking pensato ad hoc: un’escursione a piedi sul lato sinistro del fiume Stura, che, partendo da S. Croce di Cervasca, prevede la visita del bosco che ospita il percorso naturalistico “Parole di legno”, inaugurato due anni fa e realizzato grazie alla sinergia tra il Comune di Cuneo, ente gestore del Parco fluviale, i comuni di Cervasca e Vignolo e l’Istituto scolastico comprensivo di Cervasca.
Il trekking si svolgerà domenica 6 novembre, anticipando di qualche settimana rispetto alla data prevista dal Ministero, per motivi legati alle condizioni che un’escursione come questa richiede, ma mantenendo lo stesso obiettivo e lo stesso spirito che ha spinto all’istituzione della Festa. Una giornata dedicata esclusivamente agli alberi, durante la quale si effettuerà la piantumazione di nuove piante allo scopo, tra l’altro, di ridurre l’inquinamento ambientale e prevenire i dissesti idrogeologici. Lungo i sentieri dell’area boschiva che si attraverserà, leggii e bacheche indicano i nomi degli alberi presenti e alcuni cenni storici e curiosità che li riguardano; la zona offre inoltre scorci molto particolari originati dalle risorgive dello Stura.

La passeggiata, guidata dagli accompagnatori naturalistici del Parco con il supporto del Corpo Forestale dello Stato, proseguirà in direzione delle Basse di Stura, a Cuneo, attraversando ambiti più antropizzati, in cui gli alberi convivono da secoli con campi, canali e siepi: testimonianze di una cultura contadina ancora ben presente sul territorio. Raggiunta la pedancola Vassallo in zona Basse di Stura si potrà pranzare al sacco nell’area pic nic e proseguire la festa nel pomeriggio, con la piantumazione di alberi, forniti dal vivaio regionale di Chiusa Pesio, e la castagnata offerta dal Parco.
La partecipazione è gratuita e i partecipanti potranno usufruire del servizio di trasporto messo a disposizione dal Comune di Cuneo per raggiungere Cervasca. Il luogo e l’ora di ritrovo saranno comunicati al momento dell’iscrizione. L’iscrizione è obbligatoria ed effettuabile negli uffici del Parco, telefonando allo 0171.444501 (orario d’ufficio eccetto venerdì pomeriggio) o scrivendo a parco fluviale(at)comune.cuneo.it.
In caso di maltempo la manifestazione sarà annullata. È vivamente consigliato un abbigliamento comodo e scarpe da trekking resistenti all’acqua.

La Giornata Nazionale dell’Albero, istituita dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, riprende una ricorrenza che ha origini antiche. Fissata il 21 novembre, è una giornata simbolica “per richiamare l’attenzione di tutti  sull’importanza dei boschi e delle foreste elemento indispensabile dell’ecosistema”. Inoltre, proprio per mobilitare l’attenzione dell’opinione pubblica sulle problematiche forestali, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 2011 “Anno Internazionale delle Foreste” (www.un.org/en/events/iyof2011). Un’iniziativa di ampio respiro volta a diffondere la conoscenza sulle azioni globali a sostegno della gestione forestale sostenibile con l’obiettivo di proteggere e valorizzare gli alberi e le foreste. L’obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo mondiale ed italiano per la tutela della biodiversità, il contrasto ai cambiamenti climatici e la prevenzione del dissesto idrogeologico.

Ogni anno la Giornata nazionale dell’Albero è intitolata a particolari temi di rilevante valore culturale e sociale. Nel 2011 sarà dedicata, nella ricorrenza del 150° anno dell’Unità d’Italia, all’albero come insieme di simboli, di valori storici, religiosi e identitari per la comunità. Il fulcro della manifestazione verterà intorno alla messa a dimora, in ogni Comune che aderisca all’iniziativa, di alcune piantine arboree di specie autoctone. Tra i Greci e gli antichi popoli orientali era diffusa l'usanza di celebrare feste in occasione della piantagione di alberi. I romani addirittura precorsero l'odierna Festa dell'Albero: questi erano infatti tutelati e conservati anche per motivi legati alla religione ed era consuetudine consacrare i boschi al culto delle divinità dell'epoca. La più grande festa in epoca romana era la “Festa Lucaria” che cadeva il 19 luglio, nel corso della quale, oltre ai riti propiziatori, si festeggiavano gli alberi piantati nei mesi precedenti.Un valore ed una ricchezza irrinunciabile quella costituita dagli alberi, riconosciuta da sempre, e che ora va recuperata in tutta la sua importanza.

Condividi |